Ex Ilva Racconigi, raddoppieranno i lavoratori attivi in azienda

499

Si è svolto ieri un nuovo incontro tra i vertici dell’ArcelorMittal (ex Ilva) e i sindacati per lo stabilimento di Racconigi: in discussione la scadenza della cassa integrazione e la richiesta di incrementare il numero degli operai in azienda.

arcelormittal racconigi ex ilva
I lavoratori dell’ArcelorMittal (ex Ilva) sono in cassa integrazione da marzo

Si è svolto ieri, martedì 10 dicembre, in videoconferenza, un incontro tra i vertici aziendali dell’ArcelorMittal (ex Ilva) e i sindacati per decidere il futuro dello stabilimento di Racconigi.

I due punti all’ordine del giorno sono stati la richiesta da parte dell’azienda di prolungare la cassa integrazione, in scadenza a metà di questo mese, per altre quattro settimane e la proposta, da parte dei sindacati, di incrementare il numero degli operai impiegati nella fabbrica.

“Il numero degli operai che lavoreranno a rotazione in azienda sarà portato a 60dichiara Corrado Denaro, sindacalista della Fiom-Cgil provinciale- Si tratta di un buon risultato, se pensiamo che all’inizio delle trattative i lavoratori impiegati erano 30, la metà”. 

ArcelorMittal ha poi assicurato che verranno fatti tutti gli investimenti per la manutenzione e la pulizia dello stabilimento che al momento sconta il lungo periodo di inattività.

“La nostra speranza è che la situazione si risolva il più presto possibile, anche a livello governativo -commenta il sindaco di Racconigi, Valerio Oderda– I lavoratori e le loro famiglie vivono nell’incertezza da troppo tempo”. 

“A Natale, io compro locale”: sosteniamo le attività del territorio!