La “palestra cognitiva” per riattivare la memoria

153

Il servizio di palestra cognitiva è attivo a Carmagnola il martedì mattina e il giovedì pomeriggio. Gestisce l’associazione Ama di Carmagnola, in collaborazione con il Consorzio socio-assistenziale CISA 31.

anziani truffe palestra cognitiva

Per affrontare i problemi legati a un iniziale deficit cognitivo è presente sul territorio carmagnolese, presso i locali del Consorzio socio-assistenziale CISA 31 in via Cavalli,6, la “Palestra Cognitiva”, un servizio promosso dall’Associazione Ama di Carmagnola e attivo il martedì (9-11,30) e il giovedì (14-17).

«La stimolazione cognitiva, svolta in gruppo, è un intervento che ha una buona efficacia terapeutica e può migliorare il funzionamento cognitivo della persona con un deficit o una demenza lieve-moderata: si sollecitano la riattivazione della memoria, dell’attenzione, del linguaggio e della capacità di risolvere i problemi –spiegano da Ama Carmagnola– Vengono prese in considerazione, per ogni persona partecipante, le funzioni cognitive, la storia di vita, l’affettività, le emozioni, il comportamento e anche, in alcuni casi, la consapevolezza di malattia e i farmaci eventualmente assunti. Si tende a creare un clima di rispetto, di divertimento».

Tramite la conversazione, le persone sono aiutate a rivedere e ricostruire il proprio presente e passato, con continuità e coerenza, e ad esprimere opinioni circa gli avvenimenti recenti e passati.
Gli esercizi per la memoria, individuali o di gruppo, si realizzano anche con l’utilizzo del computer e vengono proposti da operatrici specializzate, una psicoterapeuta e un’animatrice.

Per accedere alla Palestra Cognitiva, il servizio può essere suggerito dal medico di famiglia, dai medici delle unità di valutazione geriatrica o Alzheimer, oppure previo colloquio con le operatrici.

Per maggiori informazioni, chiamare il numero 011-9715208 il martedì dalle 9 alle 12 o il giovedì dalle 14 alle 15,45. È prevista una tariffa oraria di 3 euro.