Racconigi ricorda Emanuela Loi, agente di scorta di Paolo Borsellino

409

Martedì 21 marzo la Soms di Racconigi propone due appuntamenti per ricordare le vittime delle mafie e approfondire la figura di Emanuela Loi, agente di scorta di Paolo Borsellino. 

Il Comune di Racconigi si schiera contro la mafia ricordando la giovane vittima Emanuela Loi

In occasione della Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, martedì 21 marzo alla Soms di Racconigi sono in programma due appuntamenti per riflettere sul tema della legalità. 

Al mattino, ci sarà alla Soms una conferenza-spettacolo, coordinata dall’attrice Eleonora Frida Mino, dedicata alle classi dell’istituto Arimondi Eula. Si esibiranno studentesse appassionate di teatro e di legalità.

Alle ore 20:45 alla Soms, andrà in scena lo spettacolo “Emanuela Loi – la ragazza della scorta di Borsellino”, promosso dall’Associazione Bonaventura, con l’attrice Emanuela Frida Mino. Sarà un’occasione per approfondire la storia di Emanuela Loi, agente di scorta del magistrato Paolo Borsellino, scomparsa il 19 luglio 1992 nella strage di via d’Amelio a soli 24 anni. Loi fu la prima agente donna della Polizia di Stato a restare uccisa in servizio.

Carmagnola si schiera contro le mafie, ricordando le vittime innocenti

Il costo dello spettacolo serale è di 7 euro.

Gli eventi sono organizzati dall’Istituto Arimondi Eula, in collaborazione con l‘Associazione Bonaventura di Torino, lAssociazione Mandacaru’ di Racconigi e Progetto Cantoregi, e patrocinate dal Comune di Racconigi.

“Siamo orgogliosi di portare a Racconigi la storia di questa coraggiosa e determinata giovane donna, che diventa simbolo di tutte le vittime innocenti uccise dalla mafia. Con questo doppio appuntamento vogliamo creare un’occasione di confronto e riflessione sui temi della giustizia e della legalità, tra i cittadini e nelle scuole –commenta la consigliera con delega alla legalità Giulia PorchiettoVogliamo che le ragazze e i ragazzi racconigesi maturino seguendo i principi della legalità e della giustizia, in modo che possano diventare buoni cittadini”.

A Racconigi torna la rassegna culturale “Non di sola letteratura”