Collega(le)menti, il progetto carmagnolese per persone con disabilità

273

Bilancio positivo per il progetto Collega(le)menti, promosso dalla Cooperativa carmagnolese Solidarietà Sei per offrire l’accesso ad attività specifiche a persone con disabilità.

progetto disabilità carmagnolese
Tra i tanti successi del progetto Collega(le)menti anche le medaglie conquistate da Davide e Federica

Sta per completarsi il progetto Collega(le)menti, avviato dalla Cooperativa carmagnolese Solidarietà Sei nel 2019 a favore di persone con disabilità, all’interno del Bando Vivo Meglio e grazie al supporto della Fondazione CRT.

L’obiettivo iniziale era difendere il diritto di accesso di 50 ragazzi fragili residenti in piccoli Comuni limitrofi ad attività specifiche di inclusione sociale, nonché a laboratori artistici, motori e musicali -spiegano i promotori- Quando abbiamo iniziato, il nostro sogno era di lavorare sullo star bene ‘qui ed ora’ degli utenti coinvolti e valorizzare le capacità residue di ciascuno. Inizialmente abbiamo lavorato intensamente per stimolare l’autonomia dei ragazzi, così  che non ci fosse sempre bisogno del rapporto uno a uno: questo ci avrebbe permesso di far partecipare più soggetti disabili a ciascun laboratorio“.

Progetto Semi e Casa Roberta: la storia di Davide

Successivamente sono iniziate le attività vere e proprie, disseminate in tutti i Comuni del Cisa 31: disegno, teatro, danza, ginnastica, doposcuola, musica e numerose altre iniziative e hanno visto arrivare nuova utenza.

La pandemia ha però colpito anche il nostro progetto: mentiremmo se dicessimo che è stato sempre semplice portare avanti e raggiungere gli obiettivi che ci eravamo prefissati. Tra una mascherina e qualche quarantena, però, siamo riusciti a svolgere comunque le attività, grazie al supporto prezioso degli enti coinvolti“, sottolineano dalla Coop Sol6.

La piscina di Carmagnola è per tutti: inaugurato il sollevatore per disabili

Fondamentale è stata la presenza di una solida rete di collaborazioni. “Insieme alla piscina di Carmagnola, ad esempio, abbiamo potuto offrire lezioni di nuoto a numerosi ragazzi; grazie all’entusiasmo dell’Asd Villastellone-Carignano abbiamo scoperto come lo sport sia veicolo di inclusione, divertimento e crescita ad ogni età; con il supporto di Agricolor è stato possibile realizzare inserimenti lavorativi destinati a soggetti con disabilità; la collaborazione con il canile di Carmagnola ha permesso ai nostri ragazzi di sperimentarsi a contatto con gli animali per supportare un servizio alla Comunità“.

Preziosa anche la collaborazione con le scuole e nei centri estivi, dove i ragazzi di Collega(le)menti hanno operato come tecnici di laboratorio e come animatori. “A queste meravigliose esperienze si aggiungono poi i laboratori di musica e ginnastica e le sperimentazioni con la scuola agraria“.

Il progetto è ora nella sua fase conclusiva. “Dopo oltre due anni di attività non possiamo che vedere gli effetti sorprendenti che ha avuto -concludono gli organizzatori- Ci stupisce come i ragazzi abbiano riscoperto le proprie potenzialità, instaurato nuovi rapporti, vissuto esperienze emozionanti e aumentato la propria autonomia“.

progetto disabilità carmagnolese
Federica e Davide alla gara di nuoto svoltasi a Torino

L’ultimo traguardo lo hanno raggiunto Federica e Davide, due utenti del Gruppo Appartamento di via Milanesio, che hanno preso parte al Trofeo Paideia, meeting promozionale di nuoto svoltosi alla piscina Colletta di Torino.

In questa occasione i ragazzi hanno dimostrato il frutto di due anni di lavoro, nei quali la piscina di Carmagnola è stata molto vicina ai ragazzi: abbiamo avuto uno spazio dedicato in acqua e l’allenatore, attento e appassionato, ha saputo relazionarsi con i ragazzi e far maturare le basi per una gara“.

Inserimenti lavorativi per disabili a Carmagnola grazie al progetto “Simbiosi”