Nuovo direttivo al femminile per Angeli di Ninfa

1466

L’Associazione “Angeli di Ninfa” di Carmagnola ha eletto il nuovo Direttivo, con Paola Romano presidente e Antonella Cavallini sua vice. Proseguono intanto attività e incontri per i ragazzi autistici, oltre a un progetto artistico ad Asti.

Angeli di Ninfa Direttivo
Il nuovo Direttivo dell’Associazione “Angeli di Ninfa” di Carmagnola al lavoro

L’Associazione “Angeli di Ninfa” di Carmagnola -che si occupa dell’inclusione dei ragazzi autistici- ha rinnovato il proprio Direttivo, eleggendo presidente la dottoressa Paola Romano, specialista in attività motorie e sportive come terapia.

La presidente uscente, Antonella Cavallini, è stata confermata come vice-presidente: continuerà a seguire tutte le attività dei ragazzi e coordinare i volontari, mettendo a disposizione la sua esperienza con utenti autistici e i loro comportamenti.

Segretaria è stata eletta Susanna Barbagallo; soci e consiglieri sono Michaela Popescu e Giovanni Murano (socio dell’ex calciatore Gigi Lentini, che nel frattempo prosegue le attività con i ragazzi, tramite la sua azienda “Mieli Lentini”).

Intanto, nei giorni scorsi, hanno fatto visita a Carmagnola alcuni membri del Fans Club ufficiale di Valentino Rossi, donando ai ragazzi autistici di “Angeli di Ninfa” un kit completo, con cappellini firmati dal celebre motociclista. In cambio, sono state consegnate tre opere d’arte realizzate dai pittori dell’Associazione.

Angeli di Ninfa Gigi Lentini
Gigi Lentini durante la visita del Fans Club ufficiale di Valentino Rossi ai ragazzi di “Angeli di Ninfa” a Carmagnola.

In precedenza, avevamo già avuto anche l’onore di avere in visita un rappresentante della più longeva scuola di boxe di Napoli, storica e gloriosa palestra dove bambini dei Quartieri Spagnoli potevano andare a fare sport senza pagare e imparare che i pugni si tirano solo su un quadrato e mai per strada“, racconta la vicepresidente Cavallini.

Il pugilato campano è da sempre sensibile affinché la pratica della boxe sia accessibile a tutti –ha commentato il maestro Esposito, che è anche rappresentante dei tecnici della Campania- L’autismo e le altre disabilità hanno bisogno di ponti, non di barriere e di discriminazioni“.

La scuola inserirà il logo di Angeli di Ninfa sulla propria divisa e -non appena sarà nuovamente possibile- nelle prossime due manifestazioni pugilistiche organizzate dalla palestra verrà devoluta una parte dell’incasso a sostegno dell’Associazione.

Tra gli altri progetti in fase di definizione, anche l’apertura ad Asti di un museo dedicato ai quadri degli artisti autistici di tutto il mondo, a fianco di pittori già quotati: è realizzato in collaborazione con l’Anfass, con il coinvolgimento della dottoressa Alessandra Robiolo, della critica d’arte Carla Bertone e della pittrice Elda Vigliarolo.

Gigi Lentini, le api e il miele per l’inclusione dei ragazzi autistici