Presentato il manifesto ufficiale del Festival “Letti di Notte” 2024 a Carmagnola

772

Tempere e pennelli di Federico Appel hanno creato il manifesto ufficiale -svelato ieri sera- dell’edizione 2024 del festival letterario “Letti di Notte”, a cura del Gruppo di Lettura Carmagnola. Intervista esclusiva all’autore.

manifesto letti di notte 2024
Il manifesto ufficiale del festival letterario “Letti di Notte” 2024, in programma dall’11 al 15 giugno a Carmagnola, realizzato da Federico Appel

È stato presentato ieri sera, nel corso del primo appuntamento annuale con l’Aperilibro, il manifesto ufficiale dell’edizione 2024 del festival letterario “Letti di Notte”, a cura del Gruppo di Lettura Carmagnola.

L’opera -come preannunciato- è stata realizzata da Federico Appel, proseguendo la fortunata serie delle affiche d’autore lanciata già da alcuni anni dagli organizzatori della kermesse.

«L’artista ha creato un’immagine piena di colori che ha come protagonista una donna misteriosa che ricorda le donne tahitiane di Paul Gauguin e tre civette che, superando le stupide superstizioni popolari, rappresentano la sete di conoscenza (erano sacre alla dea Athena, dea della Sapienza) e quindi stimolano la persona a ricercare la conoscenza nei libri», commentano dal Gruppo di Lettura, sottolineando come l’illustrazione rappresenti al meglio lo spirito “pop” dell’evento.

Federico Appel disegnerà il manifesto di Letti di Notte 2024

Come spesso accade, non c’è nulla di più solido degli incontri casuali proposti dal destino. E questo ne è proprio un esempio: il Gruppo di Lettura di Carmagnola e Federico Appel probabilmente non si sarebbero mai incontrati senza un incidente di percorso che ha portato giocoforza l’illustratore romano a presentare un suo lavoro agli scolari carmagnolesi.

«Era previsto un incontro con l’autore olandese Edward van de Vendel che, per un impegno familiare, ha annullato l’incontro -ricorda Maurizio Liberti, direttore artistico del FestivalLa casa editrice ci propose di sfruttare la presenza in zona di Federico Appel, che si prestò volentieri a sostituire l’ospite programmato».

Che non sia stata una soluzione di ripiego lo dimostra il fatto che, dopo alcuni anni, il Gruppo di Lettura si è rivolto proprio ad Appel per creare il manifesto di “Letti di Notte” 2024, il programma a Cascina Vigna dal 11 al 15 giugno prossimi.

Intervista a Nicolò Canova, illustratore di Letti di Notte 2022

Federico Appel ha nel suo bagaglio due libri per ragazzi pubblicati (“Le memorie di Alessandro”, ora esaurito, che racconta la vita di Alessandro Magno dopo le sue grandi vittorie, prendendo spunto da racconti persiani e medievali, e “Pesi Massimi”, libro a fumetti di storie di vittorie e sconfitte nello sport), ma, soprattutto, è illustratore e redattore della casa editrice Sinnos, orientata verso i ragazzi.

«Letti di Notte esce dal mio campo di lavoro abituale e si presenta come una sfida -racconta- Con Maurizio abbiamo stabilito cosa non doveva essere il manifesto, poi ho avuto mano libera».

Book Pie, ecco il dolce esclusivo dedicato al Festival “Letti di Notte” di Carmagnola

La prima rivoluzione compiuta da Federico è stata quella di abbandonare la penna del disegnatore per usare tempera e pennello per creare questo manifesto.

«Il manifesto è un’arte difficile perché deve colpire l’attenzione di chi guarda ma non può spiegare tutto perché altrimenti toglie valore alla manifestazione -spiega Appel- Deve piacere “di pancia”, sia a chi lo ha disegnato sia a chi lo vede per strada, cui deve rimanere impresso anche se non si sofferma a guardarlo».

L’illustratore Nicolò Canova da Letti di Notte al Tour de France 2024

E, per farlo, ha fatto appello alle opere dei maestri cui si ispira, quali Felix Vallotton, illustratore svizzero di inizio XX secolo, e rifacendosi al fumettista romagnolo Manuele Fior, capace di disegnare copertine che spesso superano in valore artistico il libro che illustrano.

Da tutte queste suggestioni, abbandonandosi a pennello e tempera, Federico Appel ha creato il manifesto di “Letti di Notte” 2024, che sarà, ne siamo certi, un successo e un oggetto da collezione come gli altri sei manifesti che lo hanno preceduto.

Tommaso Valinotti

Premiati i vincitori del concorso vetrine di Letti di Notte Carmagnola 2023