Carmagnola: torna l’Arte al Lomellini (e non solo)

383

Tante mostre d’arte e proposte culturali per la Fiera del Peperone 2020 a Carmagnola, a partire da Palazzo Lomellini che ospita la collettiva “Dialogo con i Maestri”.

arte Lomellini Carmagnola 2020
Dettaglio di un’opera di Francesco Menzio che sarà esposta nella mostra collettiva d’arte “Dialogo con i Maestri” a Palazzo Lomellini di Carmagnola in occasione della Fiera del Peperone 2020.

Anche quest’anno sono tante le mostre d’arte e le proposte culturali dei musei di Carmagnola, a cura dell’Assessorato alla Cultura e dell’Associazione MuseInsieme, organizzate nel periodo della Fiera del Peperone.

Lo spazio civico d’arte di Palazzo Lomellini, in piazza Sant’Agostino 17, torna in attività, ospitando mostra collettiva “Dialogo con i Maestri” in collaborazione con l’Associazione Piemontese Arte di Torino, che mette insieme ed a confronto le opere di artisti contemporanei con quelle dei loro passati maestri.

Scrive, nel catalogo illustrato, il curatore della mostra Armando Audoli: “lungo la linea di discendenza storica, accanto a figure più o meno note di pittori e scultori docenti all’Accademia Albertina di Torino (Menzio, Paulucci, Galvano, Cherchi, Giovanni Chissotti, Calandri, Soffiantino, Aimone, Francesco Casorati, Saroni), incontreremo alcuni personaggi eccentrici, non facilmente classificabili, da scoprire e amare proprio per la loro singolarità: pensiamo al poetico Teonesto Deabate, sensibile alle arti applicate, all’aniconico Piero Rambaudi, alla defilatissima casoratiana Margherita Carena, alla fascinosa scultrice Carmelina Piccolis, personalità difficile e complessa, al rimpianto Sergio Albano, con le sue luci e le sue ombre. L’evocazione dei frammenti dispersi di un discorso formativo apparentemente lontano nel tempo, e profondamente radicato nella cultura del territorio, crea inaspettate suggestioni e provoca strani, stimolanti cortocircuiti. Ne viene fuori un inedito itinerario rapsodico attraverso l’arte del secondo Novecento torinese, che si intreccia con le interessanti ricerche dei ventidue autori scelti per questa indagine espositiva, fornendo in tralice una nuova e differente chiave di lettura della loro opera”.

Gli altri musei cittadini (esclusa la sinagoga) rimarranno aperti sabato e domenica dalle 15 alle 18, permettendo ad eventuali gruppi di visitatori, su prenotazione, di compiere la visita anche in altri giorni ed orari.

Renzo Piana, 30 anni nei panni di Re Peperone

Nel palazzo comunale, dal 28 agosto al 30 settembre, è visitabile “I trent’anni di Re Peperone”, mostra documentaria su Lorenzo Piana e i suoi trent’anni nei panni della maschera carmagnolese. Un quadro per ogni anno, dal 1991 al 2020, con foto e ritagli di giornali, manichini vestiti con la giacca della Carmagnole, i costumi, oggetti, filmati e canzoni popolari.

Nella biblioteca civica “Rayneri-Berti” di via Valobra 102, domenica 30 agosto e domenica 6 settembre sarà visitabile la mostra “Dinosauri in Biblioteca” e verranno organizzati laboratori per bambini.

Nella chiesa della Confraternita di San Giovanni Decollato, detta della Misericordia e dei Battuti Neri (piazza Garavella), ci sarà l’esposizione delle venerabili reliquie di Martiri e di Santi, mentre la chiesa barocca di San Rocco (in via Valobra), dal 29 agosto al 2 settembre sarà visitabile “MigliorArte”, mostra di Giuseppe e Milvio Migliore, seguita da una bi-personale di Ketty Rampon e Maria Grazia Ciattino.

Infine, la Saletta d’Arte Celeghini (via Valobra 141) propone dal 29 agosto al 12 settembre un allestimento con opere di Franco Negro.