Il Comune di Carmagnola conferma l’adesione al Distretto del Cibo

150

Con una spesa di 20 centesimi ad abitante, il Comune di Carmagnola ha confermato anche per l’anno in corso la propria adesione al Distretto del Cibo.

distretto del cibo carmagnola
Il sindaco Ivana Gaveglio all’atto della firma dell’adesione di Carmagnola al Distretto del Cibo (foto: distrettodelcibochieresecarmagnolese.it)

Carmagnola continua a investire nel Distretto del Cibo, la realtà sovra-comunale che punta a promuovere le eccellenze agro-gastronomiche del territorio carmagnolese e chierese.

Con una spesa di 20 centesimi ad abitante, pari a 5.651 euro totali, il Comune ha infatti rinnovato per l’anno in corso la propria adesione al progetto che coinvolge l’area omogenea e che vede Santena come capofila.

Firmato l’atto costitutivo del Distretto del Cibo del Chierese-Carmagnolese

Il Distretto del Cibo è un’iniziativa ideata nel 2021 per valorizzare le produzioni agricole ed agroalimentari che caratterizzano i Comuni aderenti, promuovere lo sviluppo territoriale, l’integrazione, la coesione e la sicurezza alimentare nonché le manifestazioni, ma soprattutto salvaguardare e far conoscere il paesaggio rurale.

A oggi sono 26 i Comuni aderenti, oltre a 15 Enti territoriali, per un totale di 150 aziende coinvolte e oltre trenta prodotti tipici promossi. Maggiori dettagli sono disponibili sul sito ufficiale.

Si amplia il Distretto del Cibo del Chierese-Carmagnolese