Bilancio di fine mandato per Vincenzo Inglese come presidente del Cisa 31

125

L’ex vicesindaco di Carmagnola, Vincenzo Inglese, ha concluso il suo mandato di presidente al Consorzio socio-assistenziale Cisa 31 e traccia un bilancio: “tanti servizi avviati, ma servono maggiori assunzioni e più visibilità”.

Vincenzo Inglese Carmagnola Continuità Civica
Vincenzo Inglese, ex presidente del Consorzio socio-assistenziale Cisa 31, già vicesindaco di Carmagnola

Dopo cinque anni -di cui quasi due da presidente e oltre tre da vicepresidente- si è concluso il mandato del colonnello Vincenzo Inglese al vertice del Consorzio Cisa 31, l’Ente che gestisce i servizi socio-assistenziali a Carmagnola e in altri sette Comuni del territorio.

«Una bella esperienza e un grande impegno (svolto a titolo gratuito, ndr), soprattutto dal punto di vista delle responsabilità -riassume l’ex vicesindaco di Carmagnola- Un ruolo che mi ha dato diverse soddisfazioni, pur avendo dovuto affrontare periodi difficili, tra la pandemia e la crisi economica».

Nuovo CdA del Cisa 31, Franco Alberto alla guida del Consorzio

Inglese è arrivato al Cisa dopo quattro anni da assessore alle Politiche sociali nella prima Giunta Gaveglio, e dopo svariati anni di volontariato sociale, che lo hanno portato a lavorare nell’ambito delle tossicodipendenze, anche all’interno del carcere di Torino e nel Gruppo Abele di don Luigi Ciotti.

Inizialmente è stato vicepresidente, assumendo per due volte l’interim: in occasione della scomparsa del presidente villastellonese Michele D’Amaro, quindi dopo le vicende giudiziarie che hanno coinvolto Sergio Nidola, già sindaco di Castagnole Piemonte. Infine, a marzo di quest’anno, l’elezione ufficiale a presidente.

Infermiere di prossimità a Carmagnola, nuovo progetto del Cisa 31

«Nell’ultimo anno e mezzo abbiamo aumentato i servizi erogati, con attenzione a tutte le categorie: dalle famiglie numerose, con appositi bandi, ai disabili, per i quali sarà anche realizzata una struttura in cui fare esperienze di residenzialità, sfruttando i fondi del PNRR per recuperare un edificio pubblico in disuso». I fondi europei sono anche stati investiti in iniziative a favore di minori e anziani.

Il colonnello rimarca, inoltre, come il Consorzio sia stato uno dei primi a impegnare i precettori del Reddito di Cittadinanza in progetti di restituzione sociale a favore della Comunità, con progetti individuali.

Dal Cisa 31 un bando per aiutare le famiglie numerose

«Il Cisa 31 è una struttura fondamentale, che lavora spesso nell’ombra ma offre servizi di primaria importanza, assistendo centinaia di persone con un bilancio di oltre 10 milioni di euro, di cui 1,5 provenienti dai Comuni», aggiunge.

Quattro le aree di intervento, ciascuna con svariati servizi attivi: «per i minori si va dall’educativa territoriale al centro diurno, dal doposcuola agli affidamenti famigliari, oltre alla mediazione culturale; per gli adulti le borse lavoro, i pasti e l’assistenza economica -elenca Inglese- I disabili possono beneficiare di centri diurni assegni di cura, assistenza domiciliare e in struttura, appoggio scolastico e vita indipendente; per gli anziani vi sono l’assistenza domiciliare, gli assegni di cura, gli inserimenti in struttura, i ricoveri di sollievo e il telesoccorso».

Nuovo CdA del Cisa 31, centrosinistra all’attacco: “tutto già deciso?”

Che consigli si sente di dare al neo-presidente Franco Alberto, che ha preso il suo posto alla guida dell’Ente? «Innanzitutto vorrei che venisse data ancora maggiore evidenza al Consorzio, per far sì che le persone che hanno bisogno possano avvicinarsi ai tanti servizi offerti, andando a intercettare anche gli “invisibili”», risponde Inglese.

E conclude: «Servirebbero inoltre opportunità di assunzione per il personale, in particolare per quanto riguarda gli assistenti sociali, che al momento provengono da cooperative per più del 50% dell’organico e sono sottoposti a forte turn-over. Cosa che può diventare un problema, in un ruolo in cui è fondamentale il rapporto di conoscenza e di fiducia con gli assistiti».

Il Cisa 31 fornisce contributi straordinari per il riscaldamento domestico