Stazione ferroviaria di Carmagnola, il Consiglio comunale sollecita RFI: «i lavori devono iniziare prima del 2027»

316

Giovedì sera il Consiglio comunale di Carmagnola discuterà un ordine del giorno bipartisan per sollecitare RFI ad anticipare i lavori alla stazione ferroviaria.

Stazione ferroviaria di Carmagnola
La riqualificazione urgente della stazione ferroviaria di Carmagnola è al centro di un ordine del giorno che sarà discusso dal Consiglio comunale, già sottoscritto da gran parte delle forze politiche presenti

«La stazione ferroviaria di Carmagnola deve essere riqualificata in anticipo rispetto alle tempistiche annunciate, viste le condizioni di urgente necessità di manutenzione anche straordinaria»: questo il concetto alla base dell’ordine del giorno che giovedì sera sarà discusso (e, realisticamente, approvato) dal Consiglio comunale cittadino.

Un documento bipartisan -essendo stato presentato da Fratelli d’Italia e sottoscritto sia da Lega e Carmagnola Bellissima per la Maggioranza che da PD e Carmagnola Civica per l’opposizione- fortemente ispirato a quanto riportato da “Il Carmagnolese” nelle scorse settimane dopo un’interlocuzione con Rete Ferroviaria Italiana, l’azienda che gestisce le infrastrutture.

Stazione di Carmagnola, doccia fredda da RFI: «i lavori di ammodernamento soltanto dopo il 2026»

«Oltre all’intervento di restyling e rinnovamento, occorre provvedere alla rimozione delle barriere architettoniche, per porre fine all’impossibilità di servirsi del mezzo pubblico da parte di chi ha difficoltà di movimento, a tutela delle pari opportunità», prosegue il testo.

Le forze politiche carmagnolesi chiedono quindi di «dotare il territorio di una stazione al passo con i tempi e adeguata al volume di traffico che genera il nodo carmagnolese» (l’undicesimo in Piemonte, ndr) per porre fine «alla situazione anacronistica che si è venuta a creare e che provoca disagi quotidiani agli utenti».

Si stacca l’intonaco dalla pensilina della stazione di Carmagnola?

L’attenzione è rivolta non solo all’edificio principale e alle pensilineche necessitano di un’imponente manutenzione straordinaria, soprattutto dal punto di vista strutturale») ma anche alle recinzioni lungo i binari in corrispondenza della pista ciclabile di piazza Falcone e Borsellino, che devono essere messe in sicurezza.

Tra le richieste, anche quella di completare il rifacimento del sottopasso pedonale, con l’installazione di indispensabili ascensori per raggiungere i treni che partono dal binario 2 in poi.

L’ordine del giorno, una volta approvato dall’aula, dovrà essere inoltrato dal sindaco a RFI, a Trenitalia, al Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane e a tutti gli Enti competenti, dal Ministero dei Trasporti all’Assessorato per le Infrastrutture della Regione Piemonte.

«Eliminate le barriere architettoniche alla stazione Fs di Carmagnola»