La “Visione Futuro” per Carmagnola della squadra di Angelo Elia

1091

Angelo Elia, candidato sindaco del centro-sinistra, punta a “costruire una città diversa, una comunità” con la Coalizione Carmagnola Insieme.

Angelo Elia Carmagnola
Angelo Elia, già sindaco per 11 anni, si ripropone per guidare la città Carmagnola sostenuto dal centro-sinistra

Si intitola “Visione Futuro” il programma elettorale della Coalizione di centro-sinistra Carmagnola Insieme che sostiene la candidatura di Angelo Elia a sindaco della città, aspirando a un progetto alternativo all’attuale Amministrazione.

«Un progetto a lungo termine, nel segno dei valori dell’uguaglianza, della solidarietà e della sostenibilità: insieme, possiamo costruire una città diversa, una grande Comunità», si legge nell’incipit.

Elezioni comunali 2021 a Carmagnola, ufficiale la candidatura di Elia

Il documento è organizzato attorno a cinque grandi temi, individuati da altrettante parole chiave -socialità, comunità, beni comuni, economia e amministrazione- ciascuno dei quali è poi suddiviso in paragrafi e punti.

Socialità” parte dal lavoro, parlando di progetti di formazione e informazione individuali, collaborazione attiva con le aziende, sportello informativo e di consulenza per il lavoro autonomo e cantieri sociali.

Il centrosinistra indica Sabrina Quaranta come vice di Elia

Pensando a individui e famiglie, quindi, spiccano le proposte del Centro Solidarietà Carmagnola, luogo dove riunire le esperienze di volontariato dedicate ai servizi di aiuto e sostegno alla persona, dello sportello unico dei diritti contro ogni forma di discriminazione e dell’InformAnziani, da strutturarsi in parallelo all’Informagiovani.

Non mancano riferimenti all’emergenza abitativa, al Terzo Settore, al testamento biologico e alla “tampon tax”, per eliminare l’Iva dagli assorbenti nella farmacia comunale. Rientrano in questo punto anche la Consulta delle famiglie e il Tavolo delle Comunità, per l’integrazione degli stranieri.

Carmagnola: il Movimento 5 Stelle sostiene Angelo Elia “per il cambiamento della città”

Rispetto alla Sanità, l’obiettivo è superare le divisioni politiche e territoriali per difendere l’ospedale e il dispensario, ma vi è anche l’idea di dare vita a una “navetta sanitaria”, verso le strutture sanitarie non carmagnolesi, e ad uno sportello psicologico comunale, gratuito per gli studenti.

La scuola apre il capitolo “Comunità”, con due pagine dedicate: dalle nuove palestre alla Città dell’Infanzia, passando per il servizio ripetizioni, progetti per l’orientamento scolastico e lavorativo, supporto alla genitorialità, aule studio e rete bibliotecaria con consegne a domicilio.

Ultima settimana di campagna elettorale, poi parola alle urne

Spazio quindi alla cultura e alle manifestazioni, partendo dal restauro dei beni comunali, con un progetto “di punta”: la creazione di un teatro comunale all’interno del Polo agostiniano. Riattivazione del Palio ed eventi “non solo peperone” tra le altre idee.

Si passa poi al tema dei giovani -tra spazi aggregativi, co-housing e attivismo sociale- e allo sport, con percorsi motori anche nei borghi e l’introduzione della “quota sport”: ogni cinque eventi, uno deve essere a tema sportivo.

Angelo Elia: “ripensare la viabilità, ripensare Carmagnola”

Parlando di “Beni Comuni”, il centro-sinistra parte dal verde urbano e dalla “cintura verde carmagnolese”, per proteggere dai cambiamenti climatici e creare valore agricolo, anche grazie a colture in grado di catturare la CO2.

Passa quindi alla viabilità: dal completamento della tangenziale alla promozione di bike sharing e piste ciclabili, oltre ad aggiornamenti nel trasporto pubblico. Affronta il tema del piano regolatore, proponendo la valorizzazione dei borghi, e introduce i temi delle Comunità energetiche e dell’urbanismo tattico. A chiudere il capitolo sono l’inquinamento idrico e i rifiuti, con la promessa di maggiori controlli e contrasto agli abbandoni.

Italia Viva: “Creiamo un coworking a Carmagnola”

Per quanto riguarda l’Economia locale, si parla di sostegno al commercio di vicinato, anche tramite manifestazioni e turismo diffuso; della nascita di aree di coworking; dell’accesso al microcredito e di incubatori d’impresa, ma anche di progetti per l’agricoltura, dagli orti ai gruppi di acquisto solidale, fino alla nascita di mercati agricoli rionali.

Infine le proposte nell’ambito dell’Amministrazione: dal bilancio partecipato al bilancio sociale, rendendo più comprensibili e accessibili i documenti pubblici; dalla creazione di un Urp itinerante nei borghi carmagnolesi al potenziamento dell’Ufficio Progettazione, per accedere a nuovi fondi europei e privati.

Proposte elettorali “dalla parte degli animali” ai candidati sindaco di Carmagnola

Prevista inoltre la figura del “mediatore burocratico”, per semplificare le pratiche e guidare il cittadino tra leggi e regolamenti. Spazio anche al tema del benessere animale, sulla scia di quanto proposto dalle associazioni del settore, anche per quanto riguarda le mense pubbliche.

«Il nostro programma elettorale è frutto di un processo di comunicazione, informazione, formazione e confronto tra i nostri militanti, simpatizzanti, attivisti e tecnici -sottolineano da Carmagnola Insieme- Non è stato scritto in una stanza da poche persone, ma è il risultato finale di un confronto durato mesi tra tutte le anime e le associazioni del nostro territorio. Un organizzato processo che ha permesso di costruire non un semplice intento di idee, ma una visione programmatica di lungo raggio».

Lunedì 4 ottobre 2021 è in programma una maratona post-elettorale per conoscere l’esito del voto amministrativo, a cura di Carmagnola Tv e de Il Carmagnolese

In vista delle elezioni comunali a Carmagnola del 3 e 4 ottobre 2021, “Il Carmagnolese” presenta -uno al giorno, nell’ordine di sorteggio delle liste da parte della Commissione elettorale- i programmi dei tre candidati sindaco.
Nei giorni scorsi sono stati pubblicati quelli di Ivana Gaveglio e Roberto Frappampina.