Caterina Don e le azzurre del golf sul tetto d’Europa

290

Don, atleta del golf club “La Margherita”, ha vinto la medaglia d’oro all’European Girls Amateur Team Championship con la Nazionale italiana. Travolta la Spagna in finale.

Gold Caterina Don campionessa europea L’atleta Caterina Don, portacolori del Golf Club carmagnolese “La Margherita”, è stata protagonista del trionfo azzurro all’European Girls Amateur Team Championship di golf.

Insieme alle compagne di Nazionale -Alessia Nobilio, Emilie Alba Paltrinieri, Benedetta Moresco, Anna Zanusso e Virginia Bossi- ha vinto la medaglia d’oro, travolgendo in finale la Spagna con un secco 6-1 sul percorso del Forsgården Golf Club, in Svezia.
Per le ragazze italiane è il secondo successo negli ultimi tre anni: avevano già vinto nel 2016 in Norvegia, mentre l’anno scorso avevano ottenuto un brillante piazzamento d’onore in Finlandia, alle spalle della Svezia.

Le Girls azzurre si sono messe in evidenza fin dalla qualificazione su 36 buche medal, vinta con 717 (-3) colpi, unico team sotto par; seconda la Spagna, a 9 colpi. Poi Caterina e compagne hanno preso il largo nei match play e, con i successi sull’Olanda e sulla Repubblica Ceca, sono giunte in finale.
La gara conclusiva si è messa subito nel verso giusto con un 2-0 nei doppi determinato dalle vittorie con largo punteggio di Don/Nobilio e di Moresco/Paltrinieri; le affermazioni nei singoli di Anna Zanusso, di Alessia Nobilio e di Caterina Don hanno poi decretato il successo.

Un campionato europeo va giocato da una squadra. E una squadra non si fa soltanto con un bel gioco ma si costruisce con l’amicizia, con la fiducia e il supporto tra le giocatrici, i coach e il capitano”, ha sottolineato una raggiante Caterina Don al termine della gara.

Infine, un altro risultato va ad arricchire il palmarés del Golf Club La Margherita: il piazzamento di Carlo Edoardo Lasi allo Scottish Boys Under 16 Championship.
Lasi, dopo aver chiuso il primo giro in vetta alla graduatoria, si è poi classificato nono assoluto, alla pari con lo scozzese Gregor Graham (284).