Previsione e contrasto degli incendi boschivi in Piemonte

417

La Regione Piemonte mette a disposizione due strumenti per la previsione e il contrasto degli incendi boschivi, efficaci e consultabili da tutti.

incendi boschivi in piemonte
Approvato dalla Regione Piemonte il dispositivo di lotta agli incendi, sulla base di quanto previsto dal Piano regionale per la programmazione delle attività di previsione, prevenzione e lotta attiva agli incendi boschivi (Fonte: Regione Piemonte)

La Regione Piemonte si organizza per contrastare e prevenire gli incendi boschivi, rinnovando le convenzioni con il Corpo nazionale dei Vigili del fuoco, con i Carabinieri della Forestale e con il Corpo Volontari AIB del Piemonte.

Per contrastare l’innesco e la propagazione degli incendi esistono anche strumenti utili e consultabili da tutti, come il sistema di previsione del pericolo di incendi, a cura della protezione civile e dell’ARPA Piemonte, e il Piano regionale per la programmazione delle attività di previsione, prevenzione e lotta attiva agli incendi boschivi, nell’attuale versione del 2021-2025.

Utilizzato in Piemonte a partire dal 2007 e conosciuto anche come “metodo canadese”, il Fire Weather Index è uno fra i metodi per la previsione del pericolo di incendio boschivo più utilizzati in Europa. Si basa sul monitoraggio delle condizioni meteorologiche, che influenzano l’umidità dei combustibili e sono la causa dell’innesco e della propagazione degli incendi boschivi, le quali vengono sintetizzate con un valore numerico.

La Regione Piemonte, insieme all’ARPA Piemonte e all’IPLA, basandosi sull’indice canadese, è in grado di formulare una previsione degli incendi boschivi nel territorio regionale sull’arco di tre giorni, e di fornire un bollettino quotidiano dettagliato agli operatori.

La mappa interattiva sulle previsioni degli incendi nelle zone boschive del Piemonte, a cura dell’ARPA Piemonte e IPLA s.p.a.

Vengono così individuati cinque livelli di pericolo di incendio, aumentando i quali aumenta la facilità di propagazione a seguito di innesco e risulta sempre più problematica l’estinzione.

Sulla base di questi livelli è così possibile ottimizzare localizzazione e predisposizione del personale e dei mezzi, e informare la popolazione in modo che vengano adottate le cautele necessarie nelle attività come quella forestale ed agricola, che possono accidentalmente causare degli incendi.

La mappa sulla previsione degli incendi nelle diverse zone della Regione è consultabile a questo link.

Il Piano regionale per la programmazione delle attività di previsione, prevenzione e lotta attiva agli incendi boschivi descrive i processi tecnici, organizzativi ed amministrativi necessari alla protezione del territorio forestale dagli incendi.

Al suo interno contiene informazioni utili quali le analisi delle caratteristiche del territorio e la suddivisione in zone rispetto alle classi di rischio, nonché le azioni di prevenzione diretta e indiretta, le procedure operative di intervento, informazioni sui programmi di addestramento e sui i livelli formativi.

Come opera l’AIB, il corpo di volontari che ha spento gli incendi in Piemonte