Home / Carignano / Arrivano i Longobardi a Carignano

Arrivano i Longobardi a Carignano

Dall’11 maggio 2018 la Sala Mostre della Biblioteca Civica del Comune di Carignano, propone al pubblico ed alle scolaresche una mostra didattica dedicata ad un popolo che nell’Alto Medioevo invase ed occupò per oltre due secoli il nostro territorio: i Longobardi.

In mostra, fino all’ 1 giugno,  ci saranno riproduzioni che sono state realisticamente realizzate nelle dimensioni e nei materiali dell’epoca dal Centro Ricerche l’Arc di Villar San Costanzo (CN). Lavoro svolto sotto la supervisione della Soprintendenza ai Beni Archeologici del Piemonte.

Una finestra aperta su un periodo storico dimenticato e poco indagato, conosciuto come Alto Medioevo, ora riscoperto in Piemonte grazie all’importante ritrovamento della Necropoli di Sant’Albano Stura“.

L’intento dell’esposizione è quello: “di portare a conoscenza, in chiave didattica, gli usi, i costumi, le armi e le mode di un popolo che ha dominato l’Italia dal VI all’VIII secolo influenzando fortemente la storia medioevale.
Gli oggetti in mostra, riprodotti nel rispetto delle dimensioni e dei materiali dei reperti originali, vengono abitualmente utilizzati dai rievocatori durante le manifestazioni che L’Arc organizza o a cui partecipa”.

L’inaugurazione della mostra avrà luogo venerdì 11 maggio alle ore 18 presso la Sala Mostre della Biblioteca Civica di Carignano con possibilità di visita guidata.

Al termine dell’inaugurazione è prevista un apericena longobardo, presso l’Istituto Alberghiero di Carignano, preparata ed allestita dai docenti ed allievi del medesimo Istituto. Il costo dell’apericena è di €15 – previa prenotazione presso l’Ufficio Accoglienza del Comune di Carignano (martedì e giovedì dalle 9,30 alle 11,30) o direttamente presso l’Istituto Alberghiero (011/9690670)

Tra gli appuntamenti della mostra anche  la giornata didattica dedicata ai ragazzi delle scuole di Carignano. Martedì 15 maggio, infatti, saranno attivati dei laboratori dedicati a interessanti argomenti quali: l’arcieria, l’oreficeria, l’incisione e la lavorazione dell’osso e dei metalli.

Esporre le riproduzioni eseguite da L’Arc nella sala adiacente al Museo Civico di Carignano, dove sono conservati i pezzi originali, oltre che fonte di grande soddisfazione per l’Associazione permetterà un costruttivo confronto tra realtà storica e ricostruzione” – questo il commento degli organizzatori della mostra.

L’opportunità di osservare gli oggetti presenti nelle vetrine accanto a quelli ricostruiti darà modo ai visitatori di meglio comprenderne l’uso interagendo direttamente con i rievocatori presenti che indosseranno abiti, monili e armi dell’epoca – spiegano i promotori -.  Questa è la novità espositiva proposta, questo è il metodo innovativo di proporre la storia vivendola direttamente accanto agli sperimentatori“.

Gli orari della mostra sono: lun-ven 15 – 18, sabato 9 – 12 e 16-18.
In occasione di Fiori e Vini, apertura straordinaria domenica 13 maggio ore 15-18.
Per informazioni: tel. 011/9698481– email: biblioteca@comune.carignnao.to.it – sito web: www.comune.carignano.to.it

Leggi anche

Cittarte Pagnone Caronte

CittArte 2018: questo weekend le mostre di Costantini, Pagnone e De Mattei

I tre artisti espongono le loro opere nella chiesa di San Rocco, in via Valobra, …