Sabato i festeggiamenti di carnevale del Carlevé d’Racunis

58

Sabato 9 marzo, in piazza Piacenza, si terranno le celebrazioni del carnevale di Racconigi, con sfilata notturna e carnevale per bambini. Presente la maschera per eccellenza, Giandoja.

Carnevale di Racconigi


I festeggiamenti del carnevale di Racconigi inizieranno sabato 9 marzo alle ore 15. Nella palestra delle scuole medie si terrà “Il carnevale dei bambini” con merenda offerta da Racconigieventi. La festa durerà fino alle 18 e interverranno le maschere Giandoja e Giacometta con il loro seguito.

La sera, alle ore 21 ci sarà una sfilata statica dei carri in piazza Piacenza, con la partecipazione del carro “Amis del Canavil”.
I carri ospiti saranno quelli di Centallo, Peveragno, Cambiano e Carmagnola, con i rispettivi gruppi mascherati.

Il tema del carro racconigese é lo “Spirito guerriero”, quello di Centallo sarà a tema “Disco inferno”, il carro di Peveragno “No euro no party”. I carri di Carmagnola e Cambiano saranno rispettivamente dedicati ai temi “Andate al diavolo” e “Ricette da incubo”.

La festività del carnevale è molto famosa a Racconigi per la sua storia, oltre che per il ricco programma.
La maschera per eccellenza del Piemonte -Giandoja- nasce, a quanto sembra, proprio a Racconigi, nello specifico nella frazione di Oia. L’artefice fu un burattinaio di nome Gioacchino Bellone (Gioan D’Oia). La spiegiazione é probabilmente data dal fatto che inizialmente “Giandoja”, nato ai primi dell’800 durante l’occupazione napoleonica, non era in carne ed ossa ma era un burattino. Ad animare il burattino erano due burattinai (Sales e appunto il racconigese Bellone) che giravano per il Piemonte con il loro spettacolo.