Si conclude a Cavallermaggiore il progetto “Giovani in contatto”

273

Si è tenuto l’evento conclusivo di “Giovani in contatto”, il progetto che ha coinvolto gli studenti di Cavallermaggiore, Caramagna, Racconigi, Marene e Murello.

progetto giovani in contatto
Il successo del progetto è dovuto alla collaborazione tra le Amministrazioni comunali, l’impegno delle educatrici nell’organizzazione delle attività e l’entusiasmo dei ragazzi

Si è tenuto, nell’ala comunale di Cavallermaggiore, l’incontro conclusivo del progetto “Giovani in contatto” che ha visto l’adesione di bambini e ragazzi delle scuole elementari e medie del territorio. 

Il progetto ha coinvolto i Comuni di Cavallermaggiore, Caramagna Piemonte, Racconigi, Marene e Murello con lo scopo di favorire la partecipazione dei più giovani in attività creative e stimolanti, così da permettere lo sviluppo di competenze e collaborazione. 

10 borse di studio della Fondazione Clerici per gli studenti di Racconigi

Le attività organizzate nel corso della giornata sono state incentrate sulla sostenibilità ambientale, in particolare i presenti si sono cimentati nella la creazione di un kokedama inserendo le radici di una pianta all’interno di una sfera di terra rivestita esternamente da muschio, senza l’utilizzo di vasi. 

Interessante è stata anche l’opportunità di capire i segreti dei cosmesi creando prodotti di cura personale con ingredienti semplici e naturali.

Kokedama, cosa sono e come si realizzano le piante pensili giapponesi

Con il laboratorio Ricicl-Arte i ragazzi hanno espresso la loro creatività utilizzando materiali di recupero e grazie ad Expo-miele, anche i più piccoli hanno potuto scoprire le qualità del prestigioso miele del territorio.

Fondamentale per la buona riuscita del progetto è stata la collaborazione tra le Amministrazioni comunali e l’entusiasmo delle educatrici dei territori coinvolti. 

Racconigi: Domenico Agasso presenta il nuovo libro di Papa Francesco