68esima Fiera Nazionale del Peperone: il 29 la presentazione a Torino, ecco le novità

143

La 68esima edizione è pronta a cominciare. Giovedì 29 giugno, presso il Circolo Ufficiali di Corso Vinzaglio a Torino, l’Amministrazione comunale di Carmagnola presenterà a giornalisti e istituzioni la prossima «Fiera Nazionale del Peperone di Carmagnola – Peperò», che si svolgerà dall’1 al 10 settembre.

La rassegna, che cambia nuovamente nome (non più «sagra» ma «fiera nazionale») non ha bisogno di presentazioni: un manifestazione fieristica di livello nazionale, la più grande in Italia dedicata a un prodotto agricolo, è un festival a tutti gli effetti che propone 10 giorni di eventi gastronomici, culturali, artistici ed esperienze creative e coinvolgenti per tutte le fasce di età, e che nell’ultima edizione ha registrato oltre 250.000 visitatori e una ricaduta economica sul territorio di circa 4.900.000 euro certificata da una qualificata ricerca universitaria.

Tra le novità già trapelate di questa 68esima edizione, l’assegnazione di premi agli espositori che avranno le idee più innovative sulla valorizzazione del peperone. L’iniziativa «La tradizione… col peperone!» coinvolgerà inoltre dieci foodblogger di livello nazionale in un contest che prevede la rivisitazione di una ricetta della tradizione culinaria riproponendola con l’inserimento del peperone di Carmagnola come protagonista. Le ricette verranno valutate da una giuria tecnica di qualità presieduta dal giornalista Paolo Massobrio e da una giuria popolare “social” che si esprimerà attraverso facebook.

Il salone della chiesa di San Filippo, che ogni anno ospita il Pane della sagra da vendere a scopo benefico, ospiterà quest’anno anche alcune aziende dei comuni terremotati del centro Italia, in un’iniziativa organizzata in collaborazione con Cia e Coldiretti.

Ospite d’eccezione la cantante Bianca Atzei, che si esibirà sul palco di piazza Sant’Agostino.

La Fiera Nazionale del Peperone è organizzata dal comune di Carmagnola in collaborazione con Pro Loco, Ascom, Coldiretti e grazie al prezioso contributo di sponsor privati e dei volontari. La gestione e la ricerca degli espositori sono a cura dell’agenzia Totem di Chiavari (GE) che, in collaborazione con l’Associazione Nazionale La Compagnia dei Sapori, collabora per il terzo anno al nuovo progetto di innovazione della storica manifestazione.