Sottopasso ancora inagibile, cresce la polemica

263

Prosegue l’odissea legata al sottopasso di via Rubatto, che da diversi anni è chiuso per ordinanza del sindaco a causa della presenza di acqua che, soprattutto nel periodo invernale ed in particolare modo durante le gelate notturne, rende pericolosa la circolazione.

La questione è stata (nuovamente) sollevata dal consigliere d’opposizione Alessandro Cammarata, esponente del Pdl, che ha mostrato alcune foto raffiguranti addirittura il sottopasso completamente allagato. «Abbiamo presentato ben sei interpellanze nel corso dell’ultimo anno, senza mai ottenere una risposta dall’Amministrazione che andasse oltre il solito ritornello “mancano i soldi” –commenta- La situazione è sempre più di degrado e mi domando se tutta questa incuria non metta a rischio anche la staticità dell’opera stessa, contando che i treni continuano a passare lì sopra. In ogni caso, via Rubatto è l’emblema dell’inefficienza e imperizia di questa Amministrazione, che non riesce neppure a mantenere le opere pubbliche realizzate con soldi dei carmagnolesi».

Il sottopasso allagato
Il sottopasso allagato

Il vicesindaco Giuseppe Bertero, con delega ai lavori pubblici, ammette la complessità della situazione: «Purtroppo in quel punto la falda d’acqua è molto superficiale e l’allagamento della strada, in forma più o meno vistosa, è all’ordine del giorno –commenta- I tecnici che hanno visionato la struttura, pur garantendo della tenuta statica della stessa, ci hanno detto che servirebbe un importante intervento con scavi e impermeabilizzazione, dal costo stimato in almeno 50 mila euro. Occorre anche fare una verifica delle pompe già presenti, che dovrebbero essere almeno in parte sostituite. Per ora, viste le difficoltà delle casse comunali, siamo intervenuti a svuotare l’acqua e valuteremo a breve se sia possibile realizzare almeno i lavori più urgenti. Non vogliamo però fare un intervento “tampone” che rischierebbe di essere vanificato nel giro di poche settimane, sprecando solo dei soldi pubblici».

Nel frattempo resta valida l’ordinanza che vieta il transito nel sottopasso, rinforzata dalla presenza di nuove transenne. Via Rubatto, prima delle difficoltà legate agli allagamenti, era sempre più utilizzata dagli automobilisti come alternativa per evitare il traffico nelle vie centrali, collegando rapidamente l’area di via Torino con quella di via Poirino e il casello autostradale.

Francesco Rasero