Home / Carignano / Carignano e dintorni nelle Giornate di Primavera del FAI

Carignano e dintorni nelle Giornate di Primavera del FAI

Il 24 e il 25 marzo, Carignano, Castagnole Piemonte e Lombriasco apriranno le porte dei loro Tesori d’Arte.

Il FAI – Fondo Ambiente Italiano, in collaborazione con l’Associazione Progetto Cultura e Turismo, valorizza il patrimonio artistico di Carignano, Castagnole Piemonte e Lombriasco. Sabato 24 e domenica 25 marzo un itinerario porterà a scoprire un gran numero di Tesori di Arte e Architettura, nell’ambito delle Giornate di Primavera del FAI.

Tesori che testimoniano il passaggio dall’esuberante Barocco al raffinato Neoclassicismo, col suo recupero delle forme greche e romane dell’Antichità classica. Numerosi volontari, formati dall’Associazione, accompagneranno nel percorso.

Il programma

A Carignano gli appassionati potranno ammirare il Duomo dei Santi Giovanni Battista e Remigio vescovo, capolavoro assoluto dell’Architetto del re Benedetto Alfieri. Ingresso sabato e domenica dalle 14 alle 18. Aperta anche la cappella della Visitazione in località Valinotto, appena restaurata, progettata dall’architetto Bernardo Antonio Vittone. Sarà visitabile sabato ore 10-12 e 14-16 e domenica 14-18.

Carignano duomo peristilioCarignano duomo peristilio
Il peristilio del duomo di Carignano

Lombriasco,  sabato e domenica dalle 14 alle 18, apriranno invece alcune sale del Palazzo dei conti Ponte, con il loro ricco apparato di stucchi. Visitabile inoltre la chiesa parrocchiale Immacolata Concezione, che custodisce bellissime opere di tardo ‘700 e inizio ‘800, e il Museo di Scienze dell’Istituto Salesiano, contenitore delle ricerche dei padri Salesiani nel corso di decenni di viaggi per il mondo.

Lombriasco Scalone del Palazzo Ponte
Lo scalone del Palazzo Ponte a Lombriasco

Tesori d’arte infine anche a Castagnole Piemonte. Sabato e domenica ore 14-18 saranno visitabili il Palazzo dei conti Filippa di Martiniana e le chiese S. Rocco e S. Bernardino, che conservano memorie scultoree di Amedeo Lavy, incisore di casa Savoia e allievo del Canova.

Castagnole Piemonte Copia in gesso della Madonna Consolata
Copia in gesso della Madonna Consolata a Castagnole Piemonte

«Un itinerario di tutto rispetto, che apre il Territorio Carignanese al Turismo, sempre più una risorsa economica oltre che culturale», aggiungono i membri dell’associazione Porgetto Cultura e Turismo. «Nei singoli Comuni saranno allestiti dei Punti informativi. Per la prima volta, parteciperanno come guide alcuni studenti delle Scuole Secondarie di Primo Grado di Castagnole, Piobesi e Carignano».

Per maggiori info: cell. 338.1452945 e 333.3062695. Sito web: www.carignanoturismo.it.

 

Leggi anche

Quarto appuntamento stagionale con CittArte 2018

Prosegue l’edizione 2018 di “CittArte”, la rassegna realizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Carmagnola …