Biogas a San Bernardo, il Comune di Carmagnola vince il ricorso

1777

Il Comune di Carmagnola ha vinto il ricorso presentato dalla Società agricola Carmagnola Biogas per la costruzione di un impianto a San Bernardo nel 2011. Evitato un risarcimento di 8,6 milioni di euro.

ricorso biogas carmagnola
La questione legata al possibile impianto di biogas a San Bernardo di Carmagnola va avanti dal 2011 [immagine di repertorio @ Wikimedia Commons]
Il Tribunale di Asti ha respinto il ricorso nei confronti del Comune di Carmagnola presentato dalla Società agricola Carmagnola Biogas per la costruzione a San Bernardo, in strada Vado della Valle, di un impianto di cogenerazione alimentato da biogas prodotto dalla digestione anaerobica di biomasse agricole e zootecniche.

Al centro del contendere, una richiesta di risarcimento da 8,6 milioni di euro: questo, secondo i ricorrenti, il danno provocato dalla mancata autorizzazione alla costruzione della centrale, decisa dall’allora Giunta Testa.

Nello specifico, il giudice Sara Pozzetti ha dichiarato “inammissibile” il ricorsoper lesione del principio della competenza funzionale del giudice investito del merito“, condannando la società ricorrente al pagamento delle spese processuali, quantificate in 69 mila euro.

Terminare il mandato senza questa grande incognita sui cittadini è una bella soddisfazione“, commenta il sindaco Ivana Gaveglio. Il Comune di Carmagnola era assistito dagli avvocati Massimo Occhiena, Guido Francesco Bronsino e Clara Solavagione.

Biogas: scontro Gaveglio-Gamna sulla richiesta di risarcimento