Bonus Spesa: a Carmagnola in arrivo 170 mila euro dal Governo

1910

Stabilita in un’ordinanza la cifra complessiva del Bonus Spesa straordinario per l’emergenza COVID-19 destinata al Comune di Carmagnola. “Stiamo definendo i criteri per l’erogazione”, commentano da Palazzo, invitando i cittadini ad aspettare ulteriori dettagli senza impegnare gli uffici con richieste di informazioni.
I commercianti possono aderire entro il 1° aprile.

bonus spesa carmagnola covid 19 coronavirus
In arrivo a Carmagnola dal Governo circa 170 mila euro da destinare al “bonus spesa” per le famiglie in occasione dell’emergenza sanitaria COVID-19

Ammontano a oltre 170 mila euro (170.898,55€) le risorse per il cosiddetto “Bonus Spesa” destinate al Comune di Carmagnola dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) per l’emergenza sanitaria e socio-economica legata al COVID-19.

Lo riporta l’ordinanza n. 658 del 29 marzo 2020, firmata dal capo del Dipartimento di Protezione Civile nazionale, Angelo Borrelli.
Il contributo del Governo si va ad aggiungere al fondo cittadino di 100 mila euro deliberato proprio dal Consiglio comunale nei giorni scorsi.

Leggi anche: Bonus Spesa, tutti i fondi nazionali destinati ai Comuni del Carmagnolese

Le modalità di erogazione -al momento- non sono state ancora definite né sono presenti indicazioni precise a livello nazionale su come destinarle.
Si invita quindi la popolazione a non inviare richieste di informazione agli uffici comunali, in attesa di ulteriori comunicazioni ufficiali.

I criteri per la distribuzione di questi aiuti verranno individuati con celerità coinvolgendo i servizi sociali comunali, il terzo settore, volontariato e associazionismo –spiegano dall’Amministrazione in una nota pubblicata sul sito internet comunale- Gli uffici stanno lavorando per definire celermente i criteri e le modalità di richiesta che verranno comunicate appena possibile. Si invitano pertanto i cittadini a rimanere a casa e a non recarsi di persona agli sportelli per informazioni, poichè al momento non sono ancora disponibili“.

Intanto, comunque, il Comune di Carmagnola si è mosso con i commercianti cittadini di generi alimentari e di prima necessità, chiedendo la loro disponibilità ad aderire al progetto “Bonus Spesa”.

Ci stiamo organizzando rapidamente per individuare i soggetti beneficiari e gli esercizi commerciali che intendono aderire alla proposta, accettando i buoni spesa che saranno rimborsati dal Comune mensilmente, su presentazione di fattura elettronica e rendicontazione dei buoni raccolti“, scrive l’assessore al commercio, Gian Luigi Surra.

I negozianti interessati ad aderire alla proposta devono contattare l’Ufficio Commercio del Comune scrivendo a commercio@comune.carmagnola.to.it per essere inseriti nell’elenco degli esercizi che sarà pubblicato sul sito istituzionale.
L’adesione da parte dei commercianti deve essere comunicato entro mercoledì 1 aprile, “in modo da poter avviare la procedura dei buoni quanto prima“.

Con il DPCM approvato il 28 marzo, il Governo ha voluto lanciare un segnale per sostenere e aiutare le persone maggiormente in difficoltà in questo periodo di emergenza -concludono dal Comune- Tale provvedimento stanzia delle risorse da assegnare ai soggetti in difficoltà per l’acquisto di generi di prima necessità“.