Il 31 agosto riparte l’Aperilibro con Vito Ferro

208

Riparte la stagione dell’Aperilibro, serate letterario-conviviali dell’ultimo giovedì del mese organizzate dal Gruppo Lettura Carmagnola alla Trattoria della Vigna, con la presenza di talentuosi autori che presentano le loro opere e dialogano con il pubblico.
Il primo appuntamento, giovedì 31 agosto, vede protagonista Vito Ferro, scrittore torinese classe 1977, al suo quinto romanzo con “La vita va avanti”: la storia di un’inesorabile presa di coscienza, che obbliga il lettore a fare i conti con se stesso e con le sue più intime convinzioni; un romanzo originale e struggente, un piccolo gioiello di sperimentazioni letterarie e grafiche, una ghost story sui generis, contemporanea e universale, che parla delle verità più care. «Ferro riflette sull´amore, sulla vita, sulla morte, su tutti quei temi universali di cui è difficile raccontare senza che il lettore non abbia a un certo punto la sensazione del già-letto (e questa sensazione, durante la lettura, non arriva mai) -spiegano i promotori della serata- La sua originalità sta anche nella prosa: un uso particolare della punteggiatura, la focalizzazione che si sposta un paio di volte nel giro di un periodo, citazioni che vanno dalla Bibbia a Kafka a John Lennon. Degno di nota è anche l´editore: nel collettivo Autori Riuniti i libri vengono selezionati, editati, impaginati e promossi esclusivamente da autori. È un progetto interessante che il Gruppo di Lettura Carmagnola ha deciso di seguire con attenzione ospitando quando possibile gli scrittori che ne fanno parte».
A fine settembre, giovedì 28, arriva invece in città la scrittrice ligure Sara Rattaro, con “L’amore addosso”.
Una giovane donna attende con ansia fuori da una stanza d’ospedale. È stata lei ad accompagnare lì d’urgenza l’uomo che ora è ricoverato in gravi condizioni. È stata lei a soccorrerlo in spiaggia, mentre passava per caso, dice. Non dice – non può farlo – che invece erano insieme, che sono amanti. Lo stesso giorno, in un’altra ala dell’ospedale, una donna è in attesa di notizie sul marito, vittima di un incidente d’auto. Non era con lui al momento dell’impatto; non era rintracciabile mentre la famiglia, da ore, cercava di mettersi in contatto con lei. E adesso, quando la informano che in macchina con il marito c’era una sconosciuta, non sembra affatto stupita. La prima donna è Giulia. La seconda è ancora Giulia. E il destino, con la sua ironia, ha scelto proprio quel giorno per fare entrare in collisione le due metà della sua vita: da una parte, quella in cui è, o sembra, una moglie fortunata e una figlia devota; dall’altra, quella in cui vive di nascosto una passione assoluta e sfugge al perbenismo di sua madre, alle ipocrisie, ai non detti, a una verità inconfessabile. Perché l’amore è una voce che non puoi zittire e una forza che non puoi arrestare. L’unica spinta che può riportarti a ciò che sei veramente.
«Sara Rattaro torna con una storia potente e sincera, che parla di famiglia e amore, amicizia e desideri inafferrabili. Una storia che mette a nudo gli alibi dietro cui ci nascondiamo per paura di ferire o essere giudicati, le bugie che diciamo per amore ma che solo un amore vero potrà poi perdonare», raccontano dal Gruppo Lettura.
La formula dell’Aperilibro, anche per la nuova stagione, resta invariata. La location rimane la Trattoria della Vigna di via San Francesco di Sales 188.
Come sempre si inizia a cenare con un abbondante buffet alle 19:30, mentre l’incontro con lo scrittore prende il via intorno alle 21.
Il costo dell’apericena è di 12 euro, acqua e caffè inclusi.
Per informazioni e prenotazioni chiamare il numero 392-5938504.