Questo weekend in programma le Giornate FAI d’Autunno 2021

288

Sabato 16 e domenica 17 ottobre 2021 torna la decima edizione delle Giornate FAI d’Autunno, un’opportunità per visitare luoghi solitamente inaccessibili o poco conosciuti.

giornate fai autunno 2021
Sabato e domenica visite speciali con le Giornate FAI d’Autunno

I Giovani del FAI (Fondo Ambiente Italiano) propongono per questo weekend, sabato 16 e domenica 17 ottobre 2021, la decima edizione delle Giornate d’Autunno, con visite in 600 luoghi solitamente inaccessibili o poco noti in 300 città d’Italia, tra cui 42 luoghi del Ministero della Difesa, dello Stato Maggiore della Difesa e delle Forze Armate, aperti in occasione del centenario del Milite Ignoto.

“Torna la grande festa delle Giornate FAI, la più importante manifestazione di piazza dedicata al nostro patrimonio artistico e culturale. Con energia, coraggio, voglia di fare, di migliorare e migliorarsi, di condividere e soprattutto con una passione travolgente per il nostro Paese, oltre 5.000 tra delegati e volontari FAI sono pronti a far innamorare tutti gli italiani dell’Italia –fanno sapere gli organizzatori- Le Giornate FAI sono, dunque, un incontro sentimentale, un abbraccio collettivo tra i visitatori e l’ambiente che li circonda, prodigo di natura, arte e storia“.

Camminando per Langhe e Roero: 3 itinerari a piedi da non perdere

Nel territorio del Roero sono due le location aderenti, entrambe facenti parte del Sentiero dei Frescanti: la Cappella di San Servasio a Castellinaldo e l’Oratorio della Confraternita di San Francesco a Santa Vittoria d’Alba.

Di seguito gli altri luoghi disponibili alla visita in provincia di Torino e Cuneo: Casa museo Kà ‘d-Mezanis, Sfera metidrica di Pietro Corzetto Vignot e Chiesa parrocchiale (Rueglio), Comando per la formazione e Scuola di applicazione (Torino), Palazzo del seminario metropolitano (Torino), Castello e parco di Masino (Caravino), Cattedrale di San Giusto (Susa), Gran Loggia d’Italia degli Alam Regione Piemonte (Torino), Museo dell’industria aeronautica (Caselle torinese), Regia Mandria (Chivasso), Val di Chy: la tessitura del cashemere una tradizione antichissima (Lugnacco), Cappella della Madonna delle Grazie – Sacrario militare (Susa), Forte della Brunetta (Susa), Chiesa di San Salvario (Torino), Casa Gattere (Vico Canavese), Borgo medievale (Revello), Cascate delle Balme e Orrido (Robilante), Castello della Manta (Manta), Esposizione permanente sulla ferrovia Cuneo – Nizza (Robilante), Museo della fisarmonica, della musica e dell’arte popolare (Robilante), Museo del suono e della comunicazione (Robilante), Confraternita di Santa Croce (Robilante) e Parrocchiale di San Donato (Robilante).

Coloro che desiderano avere maggiori informazioni sulle visite o prenotare possono consultare il sito del FAI.

Langhe, Roero e Monferrato, un itinerario tra natura, arte e buon vino