Re Peperone e la Bela Povronera sono maschere “certificate”

148

Il Ministero per lo Sviluppo Economico ha riconosciuto il personaggio di Re Peperone come tradizionale e unico a Carmagnola. Soddisfatto il consigliere Lorenzo Piana.

 

Scettro e corona di Re PeperoneRiconoscimento ufficiale per Re Peperone, la tradizionale maschera folcloristica carmagnolese.

«Il Ministero per lo Sviluppo Economico ha certificato e registrato il marchio del Re Peperone e della Bela Povronera: da oggi è ufficiale che solo Carmagnola può avere queste maschere a livello nazionale -spiega Lorenzo Piana, consigliere comunale, da 28 anni nei panni del SovranoUn sentito grazie va alla Pro Loco, a partire dalla presidente Giusy Oggero, che mi ha supportato per le pratiche burocratiche».
L’iter ministeriale è durato circa due anni.

Piana è reduce da una Sagra che lo ha visto protagonista, come maschera: presente alla cerimonia di inaugurazione, ha anche partecipato alle premiazioni sia del concorso dei peperoni che della prima edizione del Rally Storico di Carmagnola.
Grande successo, inoltre, per la “sua” festa: oltre 280 le maschere e i figuranti presenti in città la prima domenica di Fiera, intervenute alla corte del Re.
«Ogni anno sono sempre di più, e in questa edizione si sono aggiunti tanti gruppi folcloristici nuovi, con i quali avevamo preso contatto durante i mesi passati -commenta soddisfatto Piana, sempre affiancato da Karin Borga come Bela Povronera A farmi molto piacere è stato, come sempre, anche il riscontro della gente».