Torna in scena al Cinema Elios la Compagnia del Buon Teatraccio

144

Il 10 e l’11 giugno al Cinema Teatro Elios di Carmagnola andrà in scena “La regina dimenticata”, spettacolo della Compagnia del Buon Teatraccio. Di seguito tutti i dettagli.

La locandina dello spettacolo è stata realizzata da Rebecca Grande

Ripartono le attività della Compagnia del Buon Teatraccio, che porta in scena “La regina dimenticata” al Cinema Elios di Carmagnola. Sarà possibile assistere allo spettacolo il 10 e l’11 giugno, dalle ore 21; i biglietti sono acquistabili alla Saletta d’Arte Celeghini, al costo di 5 euro, fino al momento della rappresentazione.

Il testo è stato scritto da noi e reciteranno anche due attori della Compagnia della GTC -spiega Letizia Lucco, una delle attrici- “La regina dimenticata” è un riferimento agli scacchi, che saranno parte integrante dello spettacolo, a livello scenografico e non solo: ci saranno delle vere e proprie partite!”.

Continua Letizia Lucco: “La rappresentazione narra la storia di due fratelli, Antonio e Giuseppe, che si trovano insieme in un ospizio. Gli altri personaggi sono Anna, la nipote di Giuseppe, Luca, un personaggio misterioso, e Michele, l’infermiere; quest’ultimo dà sostegno agli anziani. Un altra figura enigmatica è Teresa, individuo evanescente, ma non del tutto assente – e aggiungeSiamo tutti entusiasti di ritornare in scena: dopo due anni, siamo molto lieti di tornare sul palco e dare il massimo. Ci è mancato tantissimo anche il contatto con il pubblico, con cui abbiamo sempre provato forti emozioni.”

Fino al 19 proseguono le proiezioni sul grande schermo dell’Elios

Antonio è interpretato da Sergio Rubinetti, Giuseppe da Aldo Avalle e Anna da Letizia Lucco; Michele da Diego Valle, Luca da Alessandro Montalbano e Teresa da Margherita Giraudi. La locandina è stata realizzata da Rebecca Grande, la regia è di Marco Tonietto e il testo di Giorgia Larocca, Atena Pagliarin, Marco Tonietto e Diego Valle.

Qual è il ruolo degli scacchi, nella trama?

“Gli scacchi sono la passione di Antonio e Giuseppe, ma i giocatori proiettano negli scacchi anche alcune dinamiche presenti nella loro vita, quindi sono cruciali per lo spettacolo.”

Ci saranno repliche?

Ci interesserebbe tornare in scena con le repliche di settembre, ma dobbiamo ancora contattare alcuni teatri e capire come organizzarci, anche in base alla situazione covid -conclude Lucco- La nostra intenzione è esibirci anche al di fuori di Carmagnola, pur rimanendo nel territorio.”

Iniziative culturali nella chiesa di San Rocco a Carmagnola