88 poetesse per cambiare il mondo, la maratona di lettura ideata dal carmagnolese Alessandro Avataneo

199

Il carmagnolese Alessandro Avataneo, docente alla Holden di Torino, ha dato il via a una maratona di lettura dedicata a 88 poetesse, di ieri e di oggi, che hanno contribuito a cambiare la società e il mondo.


Alessandro Avataneo, carmagnolese, è l’ideatore di “88 poetesse per cambiare il mondo”, maratona di lettura in programma fino a domenica 21 marzo 2021

88 poetesse, 40 paesi, 24 lingue e una maratona di lettura lunga 7 giorni: questa è #88PoetsToChangeTheWorld (“88 poetesse per cambiare il mondo”), iniziativa lanciata online dal carmagnolese Alessandro Avataneo per celebrare la Giornata mondiale della Poesia 2021, a calendario il 21 marzo.

Avataneo -43 anni, regista, sceneggiatore e docente alla Scuola Holden di Torino– è il fondatore della piattaforma web Hypercritic, che ospita la maratona.

Avataneo 88 poetesse per cambiare il mondo
La grafica ufficiale del Poethon 2021 #88PoetsToChangeTheWorld

88 è un numero è arbitrario ma simbolico -spiega l’ideatore della manifestazione- L’Unione Astronomica Internazionale stima che ci siano 88 costellazioni, come il numero di tasti di un pianoforte e come il simbolo dell’infinito: la nostra idea è di creare un ‘firmamento digitale’ di donne poetesse che hanno aiutato a trasformare il mondo in una direzione più egualitaria, tramite i loro esempi e le loro parole“.

Lo stesso Avataneo ha dato il via all’evento leggendo Cristina Campo, che negli anni Cinquanta progettò una raccolta (mai realizzata) di 80 poesie scritte da donne. “Adottiamo la sua idea per celebrare le donne, nel modo che conosciamo meglio: diffondendo l’arte e la bellezza delle loro parole“.

Questa sera all’Elios l’anteprima di “Leghorn” nuovo film di Alessandro Avataneo

La maratona di poesia ha preso il via lunedì 15 marzo e proseguirà fino a domenica 21 marzo, giornata clou dell’evento: autori e lettori di tutto il mondo metteranno in comune poesie per tutta la settimana.

Invitiamo tutti a condividere sui social una poesia sentita, sotto forma di lettura, accompagnata da un’immagine o semplicemente pubblicando solo il testo, aggiungendo l’hashtag #postapoem e taggando Hypercritic“, è l’invito del docente carmagnolese.

Leaves poetry, poesie sulle foglie dei parchi di New York

A dare voce alle 88 poetesse vi sono nomi di rilievo, a partire da Roberto Saviano che leggerà il Premio Nobel per la Letteratura 2020 Louise Glück. Quindi Nicola Lagioia con una poesia di Amelia Rossetti; il direttore del Museo Egizio di Torino Christian Greco, che leggerà versi in geroglifico che celebrano la figura femminile.

Altri lettori ‘celebri’ che prenderanno parte alla maratona saranno Beatrice Venezi, Daria Bignardi (Edith Bruck), Giovanni Caccamo (Alda Merini), Emiliano Poddi (Wisława Szymborska), Antonella Lattanzi (Patrizia Cavalli) Federica Manzon, Paolo Giordano, Fabio Geda, Serena Danna, Maurina Capuano, Ezio Mauro, David Frati, Mario De Santis, Ilaria Gaspari, Andrea Tarabbia (Anna Achmatova), Nicola Campogrande, Giulia Caminito, Piergiorgio Odifreddi, Camilla Ronzullo, Paolo Maria Noseda (Patti Smith).

Non solo primavera, nella giornata del 21 marzo si celebra il cerchio della vita

Al termine della maratona poetica, Alessandro Baricco leggerà Saffo in greco antico.
L’idea, infatti, è che ogni componimento venga letto nella lingua originale in cui è stato composto. Sempre con l’obiettivo di celebrare l’universo femminile e la forza delle donne per il cambiamento.

Ambiamo a riequilibrare simbolicamente alcune delle notizie di oggi che vediamo e sentiamo intorno a noi, la mancanza di rappresentanza delle donne nel Governo e nella politica, i numeri di quelle che perdono il lavoro a causa della pandemia, per non parlare di tutte le vittime di femminicidio -conclude Avataneo- Hypercritic vuole reagire alla violenza con la bellezza, raccontando le storie e le parole di donne che hanno lottato per esprimersi in questo mondo“.

Panchine rosse contro la violenza sulle donne e l’indifferenza