Natale di solidarietà con Karmadonne e il volontariato carmagnolese

543

L’associazione Karmadonne di Carmagnola ha organizzato alcune iniziative natalizie nel segno della solidarietà, tra cui i mercatini di Natale (online) e le donazioni ai più bisognosi, in collaborazione con altre realtà cittadine di volontariato.

Natale di solidarietà
Le donazioni raccolte con la campagna di solidarietà “A Natale regala un pasto al giorno” si propongono di aiutare i più colpiti dagli effetti economici della pandemia sul territorio di Carmagnola e dintorni

Come ogni anno, Karmadonne ha in serbo proposte natalizie all’insegna della solidarietà, come i mercatini di Natale e le donazioni di alimentari. A causa delle restrizioni legate al Covid-19, buona parte delle attività si svolgerà online.

Fino al 24 dicembre proseguono i mercatini di Natale. È possibile cercare i prodotti  online, selezionarli e ritirarli a Casa Frisco. Gli articoli possono essere prenotati consultando le pagine Facebook e Instagram di Karmadonne o chiamando il numero 327-5371113.

Spesa a domicilio per gli anziani di Carmagnola grazie a Karmadonne e Margot

Proposta anche la tradizionale raccolta fondi natalizia, organizzata dal gruppo cucito di Karmadonne, al fine di sostenere le attività associative, che, nonostante la pandemia, non si sono fermate. 

Fino al 6 gennaio, Karmadonne collaborerà con il Gruppo Caritas – Il Samaritano, il Circolo Arci Margot e Auser volontariato Carmagnola per la raccolta fondi “A Natale regala un pasto al giorno”.
E’ possibile donare attraverso bonifico o con una donazione in ogni chiesa di Carmagnola.

Le associazioni si impegneranno a individuare persone in difficoltà economica e a consegnare loro un pasto gratuito e una borsa alimentare del valore di 20 euro. Inoltre, dove necessario, aiuteranno a pagare bollette o altri beni di prima necessità.

Combattere la povertà con un segno concreto, portando a domicilio i pasti “donati” da cittadini solidali e generosi -commentano dall’Associazione- Un impegno che guarda soprattutto coloro che hanno perso tutto a causa della pandemia da Covid-19. Sarà come invitare alla propria tavola una persona in difficoltà”.

Il Circolo Arci Margot aderisce a un progetto nazionale di accoglienza