Caramagna, una visita a Vercelli con l’associazione CaraBiblioteca

45

Nei giorni scorsi l’associazione CaraBiblioteca di Caramagna ha organizzato un’uscita culturale nella città di Vercelli.

Caramagna Vercelli CaraBiblioteca
Scopo della gita era visitare la mostra che il museo Leone ha dedicato al cittadino onorario di Caramagna Piero Concio

È stata un successo la gita a Vercelli organizzata dall’associazione CaraBiblioteca di Caramagna nei giorni scorsi: “Scopo del viaggio era quello di visitare la mostra che il museo Leone ha dedicato al nostro concittadino onorario Piero Concio dal titolo “La Custodia del libro: da semplice custodia a pura espressione d’arte”, raccontano dall’associazione.

La mattinata è stato dedicata alla visita della città e delle sue bellezze: il Duomo intitolato a Sant’Eusebio, primo vescovo del Piemonte, con il prezioso crocifisso dell’undicesimo secolo; la Basilica di Sant’Andrea, nata come abbazia medievale; le vie cittadine, ricche di storia e di edifici come la grande Sinagoga, la centrale Piazza Cavour,
con il monumento a lui dedicato, e le tre torri cittadine.

A Caramagna un incontro per la prevenzione di truffe e furti in casa

“Il pomeriggio la visita alla mostra ci ha rivelato un patrimonio inestimabile che il signor Concio ha donato alla città di Vercelli; molti libri preziosi, vere e proprie opere d’arte, non solo per il libro in sé, ma anche per il pellame delle copertine, la legatura, le pagine impreziosite con l’oro –continuano da CaraBiblioteca- citando infatti le parole del bibliofilo, “la copertina è passata dall’essenziale compito di proteggere il libro ad espressioni artistiche di elevato livello che vanno oltre il volume stesso“.

La giornata si è conclusa poi con la visita al Museo del Duomo, dove è conservato il “Vercelli Book”, un manoscritto che risale all’anno mille, scritto in lingua anglo-sassone e che è una sorta di omeliario.

Concludono dall’associazione: “La giornata è stata impegnativa, ma molto ricca di stimoli culturali e soprattutto di affetto rinnovato per il nostro concittadino onorario, che nel 2010 donò al Comune di Caramagna gli Statuti del 1451“.

Caramagna Piemonte: riprendono gli appuntamenti di CaraBiblioteca