Carmagnola partecipa alla Notte europea dei Musei

89

Sabato 14, per la prima volta, i musei di Carmagnola parteciperanno alla Notte europea dei Musei, con apertura serale straordinaria e ingresso gratuito. Coinvolti l’ecomuseo della cultura della lavorazione della Canapa, il museo tipografico Rondani, il museo civico di Storia naturale e il museo civico di Storia Navale.

Notte dei musei a Carmagnola
La grafica della Notte dei Musei 2022 a Carmagnola: saranno quattro le strutture comunali aderenti, ciascuna con iniziative ad hoc; ingresso gratuito

Da quest’anno anche Carmagnola aderisce alla Notte europea dei Musei, manifestazione che ha l’obiettivo di avvicinare all’arte un maggior numero di persone; nel corso della serata di sabato 14 maggio 2022, saranno infatti aperti musei e aree archeologiche statali in tutta Italia e nel continente.

Anche Carmagnola intende offrire ai suoi abitanti un’esperienza insolita, coinvolgendoli nella scoperta del patrimonio artistico e culturale cittadino, con un occhio di riguardo per bambini e ragazzi: saranno organizzati eventi in collaborazione con la biblioteca civica Rayneri-Berti.

Le strutture mussali carmagnolesi coinvolte nell’iniziativa sono quattro, con apertura straordinaria dalle 20 alle 23 e ingresso gratuito.

Ripartono le attività della Rete dei musei di Carmagnola dopo la pandemia

All’ecomuseo della cultura della lavorazione della Canapa (via Crissolo 20, San Bernardo), l’archivista Ilaria Curletti leggerà il testo “Carmagnola-Marsiglia-Parigi: dalla giacca di canapa alla canzone che rivoluzionò un’epoca: La Carmagnole”.

Generazioni di carmagnolesi hanno coltivato, commerciato e “vestito” la canapa, che, dal Tardo Medioevo al secolo scorso, fu il prodotto d’eccellenza della nostra agricoltura -raccontano da CarmagnolaMusei- Le tele e i cordami erano infatti conosciuti e apprezzati non solo nei mercati piemontesi e liguri, ma anche in quelli della Francia del sudLì emigrarono molti contadini di Carmagnola, che si distinguevano per la loro giacca corta, la carmagnola, confezionata con la tela di canapa. La giubba, l’omonima canzone e l’Albero della Libertà furono, com’è noto, simboli della Rivoluzione Francese. Attraverso le carte dell’Archivio Storico comunale, si ripercorreranno i fatti svoltisi a Carmagnola nel dicembre 1798, quando venne piantato l’Albero della Libertà”.

A Santena la “Notte Rosa” e la mostra “Il Piemonte e la bicicletta”

Al museo tipografico Rondani (via Santorre di Santarosa 12) sono in programma dalle 20:00 alle 23:00 visite guidate; inoltre, si terrà “La notte che cambiò la storia”, con racconti sugli straordinari avvenimenti di Carmagnola, nella notte tra il 9 e il 10 marzo del 1821, quando per un attimo le vicende storiche del nostro Paese si intrecciarono con quelle delle Comunità carmagnolese.

Al museo civico di Storia naturale (Via San Francesco di Sales 188) si svolgerà il laboratorio “Dinosauri al museo”, a cura di Claudia Maero e di Gloria Ramello. L’evento è rivolto soprattutto a un pubblico di bambini e ragazzi e, attraverso esemplari museali, libri e realtà aumentata, li aiuterà a conoscere attraverso il gioco l’evoluzione dei dinosauri.

Infine, al museo civico Navale (Piazza Mazzini, 1) si terrà “Un mare di libri”, esposizione di opere sul tema del mare, a cura del personale della biblioteca.

Notte dei musei a Carignano: apre il Civico “Giacomo Rodolfo”