Castagnole: opere di Marta Valls in mostra in vista del 25 novembre

323

L’artista Marta Valls è in mostra a Castagnole Piemonte: l’esposizione delle sue opere, nel municipio e nello Studio Favero, fa parte di una serie di iniziative dell’Amministrazione comunale in occasione del 25 novembre, Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

marta valls castagnole
L’artista Marta Valls, le cui opere (tra cui quelle in foto) sono esposte nel municipio di Castagnole e nello Studio Favero dello stesso paese in occasione della Giornata contro la violenza di genere (foto: Facebook – Progetto Castagnole)

Il Comune di Castagnole Piemonte si prepara a ricordare la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, proponendo fin da adesso un’iniziativa realizzata in collaborazione con l’Associazione “La Città delle Donne – Associazione Promozione Sociale”.

All’interno del municipio castagnolese e nei locali dello Studio Favero, sempre in paese in via Martiri della Libertà, è stata allestita “Nel nome della madre“, una mostra di opere pittoriche realizzate dall’artista Marta Valls; filo conduttore dell’esposizione è la figura della donna. Già nel 2020 l’Amministrazione castagnolese aveva promosso la sensibilizzazione per la giornata contro la violenza di genere tramite l’allestimento dei dipinti di Angela Policastro e Daniela Ferrier.

Panchine rosse contro la violenza sulle donne e l’indifferenza

Marta Valls è un’artista spagnola che vive a Volvera; “dopo la laurea in Belle Arti Facoltà di Barcellona, inizia la sua attività artistica nella città spagnola, per poi trasferirsi in Inghilterra dove sviluppa la sua carriera come artista professionista. Nel 1990 è invitata a Torino dalla Fondazione italiana per la Fotografia per realizzare una mostra nell’ambito della Biennale di fotografia. Da allora risiede e lavora nel capoluogo piemontese diffondendo la sua passione anche come insegnante d’arte nella scuola secondaria superiore -dettaglia l’Amministrazione castagnolese nel presentare l’artista- Ha esposto in diverse gallerie europee, italiane, a New York, in Iran e in Corea. Le sue opere sono state acquistate da committenze pubbliche e private come il Comune Almansa (Spagna), Comune di Anzio, Fondazione Camis De Fonseca, Museo dell’Olocausto di Gerusalemme“.

La farmacia di Castagnole ha raccolto oltre mille euro a scopo benefico

Inoltre alcune sue opere hanno portato alla realizzazione di un libro, sempre a cura dell’artista; il titolo è lo stesso della mostra preparata a Castagnole, “Nel nome della madre – Immagini al femminile“, di AtbEdizioni. L’opera è “un libro fotografico accompagnato da testi, in due lingue: spagnolo e italiano -si legge sul sito di Marta Valls- Perché “Il nome della Madre”? Questo libro vuole celebrare il potere della donna, i legami forti, il senso di rete, la solidarietà tra le donne, l’amicizia, la cura, la forza generatrice, esaltando anche il legame necessario con la natura, come dice una canzone cilena: “La mujer cura”; e così ho pensato di risalire ai miti dell’origine del mondo e ricreare un mondo primordiale“. Il testo verrà poi anche presentato proprio a Castagnole.

A questa mostra pittorica seguiranno altre iniziative organizzate dal Comune di Castagnole Piemonte in occasione del 25 novembre 2021, Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, sempre in collaborazione con l’Associazione La Città delle Donne, sodalizio con cui l’Amministrazione porta avanti una sinergia ormai da tempo.

“La Città delle Donne” e Castagnole, una sinergia sempre più forte