Raccolta differenziata: nuovi adesivi informativi sui contenitori

211

Il Consorzio Chierese per i Servizi (CCS) si adegua alla normativa europea, inserendo pannelli informativi aggiornati e dotati di QR Code per la lettura da smartphone. Gli adesivi saranno applicati innanzitutto ai nuovi contenitori.

 

nuovi adesivi ccsNuovi adesivi per i contenitori della raccolta differenziata a Carmagnola e in tutto il territorio servito dal Consorzio Chierese per i Rifiuti (CCS).

Come primo passaggio verso l’adeguamento alla normativa europea (norma UNI 11686:2017 “Waste Visual Elements”) -che definisce simboli, colori e testo da utilizzare, uniformandoli a livello continentale- il Consorzio ha deciso di iniziare a variare le informazioni, e i colori, sugli adesivi.

Abbiamo scelto di effettuare una transizione graduale, mantenendo quindi, per il momento, l’attuale colore di fondo del contenitore e andando invece a modificare da subito il cosiddetto “Waste panel”, cioè il pannello informativo adesivo applicato al contenitore, a partire dalle nuove forniture di mastelli –spiegano dal Consorzio ChiereseL’obiettivo resta comunque quello di uniformare a livello nazionale ed europeo il riconoscimento delle frazioni di rifiuto differenziato da parte degli utenti“.

I colori della nuova norma UNI che identificano i vari rifiuti, però, sono in gran parte diversi da quelli attuali: l’adeguamento completo, pertanto, richiederà diversi passaggi e parecchio tempo.
Solo per alcuni materiali, infatti, i colori rimarranno invariati, come il marrone per il rifiuto organico (umido) e il grigio per il rifiuto indifferenziato.
Gli altri colori saranno il blu per carta, cartone e confezioni tipo Tetra Pak (che oggi è bianco), il verde per gli imballaggi in vetro (che oggi è blu) e il beige per la raccolta degli sfalci e potature (che oggi è verde).

All’interno dei nuovi pannelli informativi sarà presente un QR Code, con le indicazioni sulla normativa e sui materiali ammessi alla raccolta, con uno specifico rimando alla pagina istituzionale del sito del Consorzio per le informazioni di dettaglio, e un riquadro informativo che indica la corretta modalità di conferimento del rifiuto.

Il Direttore del Consorzio, Davide Pavan, ci tiene a tranquillizzare i cittadini e gli utenti: “Non cambierà assolutamente il modello di raccolta, né varieranno le tipologie dei rifiuti raccolti e neanche i tipi di materiali da introdurre nei vari contenitori. Quello che cambia è la grafica di riferimento, che siamo tra i primi a introdurre in Italia, tra l’altro prima Nazione a recepire la norma in Europa. Questa grafica, rispetto alla precedente, punta molto sull’aspetto multimediale, combinando colori, simboli e testo in modo armonico e strizzando l’occhio alle nuove tecnologie, come testimoniato dall’inserimento obbligatorio dei QR Code, che sarà apprezzato soprattutto dalle giovani generazioni abituate ad usare lo smartphone”.