Piobesi: un corso contro il bullismo per gli studenti della scuola secondaria

194

Si è svolto nella scuola secondaria di Piobesi Torinese un corso contro il bullismo, grazie all’Associazione sportiva Team Mulè e alla collaborazione di alcune insegnanti.

piobesi torinese scuola secondaria corso bullismo
Si è svolto nella scuola secondaria di primo grado di Piobesi Torinese un corso contro il bullismo, voluto fortemente da alcune insegnanti e organizzato dall’Associazione sportiva Team Mulè (fonte foto @ Associazione Team Mulè)

L’Asd Team Mulè di Vinovo e Torino ha tenuto un corso anti-bullismo per circa cinquanta studenti della scuola secondaria di Piobesi Torinese, la “Papa Giovanni XXIII”. Questa iniziativa, patrocinata dal Comune, è stata fortemente voluta da alcune insegnanti della scuola: Emanuela Marchesi, Mariagrazia Squadrone e Giuseppina Tinelli. 

Il corso è stato progettato e attuato appositamente dall’Associazione -ha commentato il Team Mulè- A tutti i ragazzi è stato offerto un vantaggio sulle sfide che li attenderanno nella loro vita“.

Il progetto si è svolto in un clima di divertimento coinvolgente: “Ai ragazzi è stato insegnato il valore dell’attenzione per strada, imparando ad evitare di essere la vittima designata, ovviamente rispettando alcuni dei principi marziali come l’autocontrollo e il rispetto“, hanno aggiunto i promotori del corso.

L’iniziativa prevedeva una prima parte teorica, in cui si è parlato dei fenomeni del bullismo e del cyberbullismo, ovvero atti di bullismo attuati attraverso mezzi come computer, smartphone e tramite i social e su Internet. In seguito si è svolta la parte pratica del corso, riguardante tecniche basilari di autodifesa adatte agli adolescenti. “Gli atti di bullismo causano o possono causare un danno fisico, emozionale o comportamentale alla vittima, non meno il cyberbullismo –ha voluto sottolineare il presidente Alfredo Mulè, che ha anche enfatizzato la differenza tra un atto di bullismo e una burla- Lo scherzo di solito avviene tra amici e non provoca dolore fisico, al contrario del bullismo, che coinvolge persone che possono non avere relazioni amichevoli“.

Alla fine del corso ogni studente ha ricevuto un diploma come ricordo di questa esperienza e anche un foglio illustrativo da parte dello sponsor del Team Mulè; anche le insegnanti hanno ottenuto il riconoscimento della scuola come “Bully Free Zone” (ovvero “area libera da bulli”).

Le majorettes di Piobesi festeggiano i loro primi 50 anni