Poirino: Mollo senza maggioranza, respinta la delibera sulla maxi-porcilaia

678

Consiglio comunale spaccato in due a Poirino: non passa la delibera a favore del progetto della porcilaia al Ternavasso. Sindaca Mollo senza maggioranza; esulta Italia Viva.

porcilaia poirino bocciata
Una tesa seduta del Consiglio comunale a Poirino ha portato alla bocciatura della variante a favore della maxi-porcilaia da oltre ottomila capi, in progetto al Ternavasso: tre consiglieri di maggioranza hanno votato contro, uno era assente (foto: Italia Viva del Chierese e del Carmagnolese)

Le divisioni delle ultime settimane nella maggioranza a Poirino portano a un primo, pesante risultato politico, con la bocciatura della delibera a favore dell’insediamento della maxi-porcilaia al Ternavasso.

Il Consiglio comunale si è infatti diviso esattamente a metà –otto favorevoli e otto contrari– affossando di fatto la variante proposta dalla Giunta guidata dalla sindaca Angelita Mollo che avrebbe aperto la strada al progetto di un allevamento da oltre ottomila maiali nella frazione poirinese al confine con Carmagnola e Pralormo.

A Poirino Meduri si dimette da capogruppo della lista “La svolta”

Tra i voti avversi alla delibera, tre sono venuti dal gruppo “La svolta”, che alle ultime elezioni aveva sostenuto proprio Mollo: quelli dell’ex assessore Padalino, dell’ex capogruppo Meduri (dimessosi proprio poche ore prima dall’incarico) e dal consigliere Fiorucci. Assente l’altro ex assessore Curiale, anch’egli silurato da Mollo nelle scorse settimane.

Contrari anche i due gruppi “ufficiali” di opposizione, Insieme per Poirino e Lega: proprio tra le fila del partito di Salvini è da registrare il ritorno in aula dopo circa quattro anni di Nigro, il cui voto è infine risultato determinante.

Poirino: nuovo progetto per un maxi-allevamento di maiali al Ternavasso

Esulta anche Italia Viva, che aveva provato (invano) a chiedere una seduta straordinaria e “aperta” per discutere della questione: «L’assessore Sisca ha provato a spacciare per tecnica una delibera politica, nei fatti una variante mascherata al piano regolatore della città che avrebbe spalancato le porte al nuovo insediamento suinicolo intensivo in Cascina Buonavalle -commenta Pier Antonio Pasquero, coordinatore dei Renziani nell’area Carmagnolese-Chierese- Una vittoria di territorio, una clamorosa sconfitta per la Giunta Mollo, che perde la sua maggioranza».

Per Pasquero «ha vinto il lavoro di squadra sui contenuti, nelle sedi istituzionali e nella società civile, contro un’idea di sviluppo del territorio lontana dal sentire di tutta la Comunità».

Maxi allevamento di maiali a Poirino, le osservazioni dei comitati contrari