Carmagnola, confronto in Consiglio comunale sui collaboratori esterni

461

I tre gruppi di opposizione in Consiglio comunale hanno chiesto chiarimenti alla Giunta sulle collaborazioni gratuite a supporto di sindaco e assessori. Dubbi dal PD sul loro impiego su temi quali il nuovo Piano regolatore.

collaboratori esterni Carmagnola Consiglio comunale
La nuova Giunta Gaveglio in Consiglio comunale

Ha sollevato diverse domande in Consiglio comunale la ricerca -da parte della Giunta di Carmagnola- di collaboratori esterni volontari a supporto del sindaco e degli assessori su tematiche specialistiche, a partire da informatica e urbanistica.

Le competenze ricercate non sono riscontrabili all’interno dell’organico comunale? Non sarebbe preferibile formare personale interno?“, hanno chiesto dal centro-sinistra i consiglieri di PD e lista civica Angelo Elia Sindaco.

Anche il consigliere Roberto Frappampina ha presentato un’interpellanza sul tema: “Perché non stilare un apposito regolamento, coinvolgendo anche il Consiglio comunale? Per quale motivo è stata scelta questa procedura?“, ha chiesto il rappresentante de Il futuro di Carmagnola.

Carmagnola, cercasi collaboratori volontari per lo staff di sindaco e assessori

La risposta è venuta direttamente dal sindaco, Ivana Gaveglio: “Si tratta di figure previste sia dal nostro regolamento, già in vigore, sia da disposizioni di legge: noi abbiamo attuato le procedure necessarie per continuare ad avere collaborazioni gratuite, adeguandoci ad alcuni recenti pronunciamenti a livello nazionale“, ha esordito.

Non si tratta di figure in alternativa agli uffici, neanche per quanto riguarda le competenze, ma un supporto alla visione politica in ambiti strategici per il governo della città -ha sottolineato Gaveglio- E’ un modo per avvalersi del know how da parte, innanzitutto, di persone a fine carriera lavorativa, quindi con molte conoscenze, che si propongono in modo volontario al servizio della città e della collettività“.

Il sindaco ha ribadito che il personale comunale prosegue con i corsi di formazione previsti “ma aggiungere valore è importante per avere visioni complete e aiuti in termini di conoscenze per poter scegliere meglio“, soprattutto nei due ambiti in cui è al momento prevista la ricerca di collaboratori da parte del Comune di Carmagnola: “la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione è una priorità dei giorni nostri, così come ogni competenza in ambito urbanistico risulta utile dal momento che stiamo procedendo con la revisione del Piano regolatore comunale“.

In Consiglio le prime interpellanze alla nuova Giunta Gaveglio

La risposta ha soddisfatto parzialmente il consigliere Federico Tosco (PD): “Queste interpellanze servivano a far chiarezza sul tema e a rimarcare come non debba esserci alcuna sovrapposizione rispetto all’organico comunale“, ha evidenziato.

Il segretario cittadino del Partito Democratico ha anche espresso alcuni dubbi in merito al possibile impiego di collaboratori volontari su tematiche delicate e “politiche”, come il rinnovo del Piano regolatore comunale di Carmagnola: “Va valutata con attenzione la possibilità di accesso a informazioni comunali strategiche“.

Al via il procedimento per il nuovo Piano Regolatore di Carmagnola