Attività per i giovani, contro le dipendenze, nei Comuni del Cisa31

475

Al via il progetto “Prevenire, Agire in Comune”: esteso ai Comuni del Cisa31, con Piobesi capofila, mette al centro i giovani contro le dipendenze.

giovani dipendenze
Al via il progetto “Prevenire, Agire in Comune” a Piobesi, Villastellone e nei Comuni del Consorzio Cisa31 [immagine di repertorio]
Il Comune di Piobesi Torinese ha vinto il bando regionale “Prevenire, Agire in Comune“; il progetto, rivolto ai giovani e contro le dipendenze, si estende anche agli altri Comuni del Consorzio Cisa31, con Piobesi nel ruolo di capofila.

Il tema centrale è la prevenzione delle nuove dipendenze: oltre all’abuso di alcol e droga, si pensa ad esempio al gioco d’azzardo e anche all’uso smodato dei social, che stanno prendendo sempre più piede tra i giovani.

Più facile accedere al Servizio Dipendenze dell’Asl TO5

Il requisito fondamentale per accedere al bando era la presenza di un centro aggregativo giovanile attivo nell’ente candidato -spiega l’assessora alle politiche giovanili, Elena MattioA Piobesi è presente, motivo per cui il nostro Comune è diventato capofila del progetto. Il progetto è poi diventato un partenariato tra tutti i paesi del Consorzio socio-assistenziale Cisa31“.

“Prevenire, Agire in Comune” è strutturato su diverse fasi che toccano differenti argomenti. “Le attività coinvolgeranno i ragazzi per un gioco sano, online o in presenza, proprio per contrastare il gioco d’azzardocontinua Mattio– L’obiettivo è informare i giovani per renderli consapevoli sui danni causati dall’abuso di droga e alcol, ma attraverso attività interessanti“.

Carmagnola lancia un progetto per condomini solidali e giovani volontari

Tra le iniziative proposte all’interno del progetto sono infatti previsti incontri con attori, focalizzati sui bisogni ludici ed espressivi e sulla partecipazione alla cittadinanza attiva; a ciò seguiranno ulteriori riflessioni legate ad azioni concrete da realizzare sul territorio comunale, come la riqualificazione di spazi degradati o l’organizzazione di eventi a cui parteciperanno i ragazzi che aderiscono al bando, per mostrare il percorso da loro svolto.

Ci saranno anche attività condotte da gruppi di peer educator, ovvero giovani formati per educare i propri coetanei, ad esempio in merito all’abuso di sostanze illegali.

Online il nuovo numero del giornale scolastico del “Bobbio” di Carignano

In merito al gioco d’azzardo l’obiettivo è quello di prevenire, attraverso giochi sani, online o in presenza, oppure anche incontri tra generazioni diverse: un confronto con gli adulti per discutere dei differenti modi di divertirsi di oggi e del passato.

Si tratta di un progetto molto ampio che vede le proposte incentrate nei due centri aggregativi giovanili di Piobesi e Villastellone, ma attività specifiche saranno organizzate anche negli altri Comuni del Consorzio -conclude l’assessora piobesina- Gli interventi sono state ideati in modo che possano essere realizzati sia in presenza che a distanza, visto che il bando è stato proposto già durante la pandemia“.

“Prevenire, Agire in Comune” prosegue fino al mese di ottobre 2021.

Appuntamenti online con l’Informagiovani e Lavoro di Carmagnola