Virle, non si farà la messa del 1° novembre al cimitero

196

A Virle non sarà celebrata la consueta messa al cimitero per le celebrazioni di Ognissanti e per i defunti: lo prevede un’ordinanza del sindaco, per prevenire il rischio contagio di Covid-19.

Virle messa 1 novembre
A Virle il sindaco ha vietato la messa al cimitero per il primo novembre causa Covid-19.

Il sindaco di Virle Piemonte, Mattia Robasto, emanerà un’ordinanza per vietare la celebrazione della tradizionale messa del 1° novembre all’interno del cimitero del paese, per evitare la creazione di assembramenti e favorire così la crescita dei contagi da Coronavirus.

La consueta funzione religiosa, solitamente organizzata al cimitero in occasione della ricorrenza dei Santi e dei defunti, potrà comunque essere celebrata in parrocchia, a discrezione del parroco di Virle.
Sarà inoltre, in ogni caso, consentito recarsi al cimitero per visitare i propri cari defunti.

L’ordinanza si inserisce nella serie di decisioni prese dal sindaco Mattia Robasto e dall’Amministrazione virlese per prevenire la diffusione del virus sul territorio: come già avvenuto nelle settimane scorse, con l’annullamento della fiera della zucca e dei “pocio”, si è preferito evitare al minimo le occasioni di contatto e di assembramento, anche alla luce del nuovo DPCM che suggeriscono di limitare al minimo gli spostamenti.

Nel Comune di Virle Piemonte la situazione legata all’emergenza Covid-19 resta al momento sotto controllo: i casi positivi sono due e non sono cresciuti negli ultimi giorni.