Consiglio comunale di Carmagnola, le interpellanze del M5S

458

Il Movimento 5 Stelle (M5S) di Carmagnola ha presentato quattro interpellanze alla Giunta Gaveglio in vista del Consiglio comunale del 27, oltre a un Ordine del Giorno congiunto con il PD.

Grosso banchetto M5S Carmagnola
Il capogruppo del M5S a Carmagnola, Sergio Grosso (al centro), con alcuni attivisti durante un banchetto in piazza Sant’Agostino.

Il Movimento 5 Stelle (M5S) ha presentato quattro interpellanze alla Giunta di Carmagnola, che saranno discusse nel corso della prossima seduta del Consiglio comunale, in programma venerdì 27 novembre 2020, sempre con modalità online a causa dell’emergenza epidemiologica in atto.

La prima interpellanza riguarda l’attività dello sportello comunale contro la violenza sulle donne. “Il servizio sta proseguendo? Quante donne si sono rivolte a questo sportello? E’ stato possibile affrontare e risolvere i loro casi?“, sono alcune delle domande poste dai consiglieri comunali pentastellati, Sergio Grosso e Alberto Mastrototaro.

Non dimentichiamo che quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria, molte donne sono state costrette a rimanere in casa tutto il giorno“, hanno ricordato gli esponenti 5 stelle, rimarcando come spesso la violenza abbia origine in ambito domestico.

Carmagnola: rose rosse ai balconi contro la violenza sulle donne

Sotto la lente del M5S anche la situazione della Polizia locale di Carmagnola: “Perché c’è una continua emorragia di personale dal Corpo dei vigili urbani?“, interrogano la Giunta Gaveglio.

I due esponenti pentastellati hanno fatto i conti con i numeri ufficiali: a gennaio 2019 gli effettivi erano 19, inclusi comandante e vice; a gennaio 2020 tale cifra era salita a 22 unità, di cui otto nuovi agenti arrivati tramite concorso; a oggi il totale risulta nuovamente essere sceso a 16 effettivi (“comprensivi di comandante, vice-comandante, vice commissario e 4 ispettori“).

Carmagnola, raffica di interpellanze del Pd in Consiglio comunale

La terza interpellanza del M5S in discussione nella seduta di venerdì riguarda quindi la mancanza di adeguati posti auto in prossimità degli orti comunali di via Novara, dove lo scorso 17 ottobre risultano essere state elevate alcune contravvenzioni.

L’Amministrazione non ritiene di tracciare almeno 20 o 30 parcheggi, considerate anche la posizione decentrata e la larghezza della carreggiata, oltre alla necessità di tali stalli per chi coltiva gli orti?“, suggeriscono Grosso e Mastrototaro.

I consiglieri grillini, infine, interrogano la Giunta sui tempi legati alle mozioni che vengono rinviate in Commissione durante le sedute del Consiglio comunale, oltre ad aver co-firmato insieme al Partito Democratico un ordine del giorno critico nei confronti della lettera inviata al presidente Conte e al ministro Azzolina dall’assessore Cammarata, in merito all’obbligo di indossare le mascherine da parte degli alunni delle scuole elementari.

Mascherine obbligatorie alle elementari, Cammarata scrive al Governo