Domani a Santena la firma del patto di gemellaggio con Riace

456

Domani, sabato 23 settembre, alle ore 11, verrà firmato il patto di gemellaggio tra i Comuni di Santena e Riace.

Il cartello stradale che indica il gemellaggio di Santena con Riace

Nella giornata di domani, sabato 23 settembre, a Santena verrà firmato il patto di gemellaggio tra i comuni di Santena e Riace.

Roberto Ghio sindaco di Santena dichiara: “È un passo importante per la nostra Città, dopo aver annunciato il gemellaggio ad agosto del 2022 e averci lavorato per 20 anni, il 14 maggio 2023 una delegazione dell’amministrazione comunale si è recata a Riace per firmare il patto in occasione del cinquantesimo anno dal ritrovamento dei Bronzi. La firma anche a Santena sottolinea l’intenzione di valorizzare le tradizioni comuni, legate all’arte e al culto dei Santi anargiri Cosma e Damiano”.

Il Consiglio comunale di Santena si impegna per la parità di genere

L’assessore Ugo Cosimo Trimboli di Santena commenta: “Siamo pronti ad ospitare a nostra volta i riacesi per suggellare il patto di gemellaggio anche a Santena. La Festa dei Santi Cosma e Damiano riveste un ruolo centrale nella vita della nostra comunità, rappresentando un momento di profonda riflessione, condivisione e solennità –e continua- Il culto dei Santi Medici è di grande importanza per entrambe le nostre città. Per questo abbiamo deciso di anticipare di una settimana i festeggiamenti a Santena per permettere agli amministratori riacesi di essere presenti a entrambe”.

Sono stati già posizionati i cartelli stradali che indicano il gemellaggio tra i due comuni, ma il suggello del patto vero e proprio sarà firmato domani, alle ore 11, nel Salone Diplomatico nel Complesso Cavouriano.

A commentare l’evento anche Silvia Migliore, assessora con deleghe ai gemellaggi, che dichiara: “Entrambe le nostre città sono caratterizzate da una forte componente storica: dal periodo dell’antica Grecia fino a Cavour, personaggio politico dell’Ottocento; siamo davvero felici di accogliere a Santena i rappresentati di Riace e celebrare con loro l’unione delle nostre due città –e concludeNon sono solo due città ad unirsi ma due comunità. È un ottimo risultato che abbiamo ottenuto dopo tanto impegno e dedizione. Sono tante i punti che ci accomunano e che ci rendono orgogliosi, non solo la storia, ma anche tradizioni, arte e il culto dei Santi Cosma e Damiano”.

Asperge: a Santena un nuovo prodotto De.C.O