Piobesi e Venzone, prosegue il gemellaggio nel segno dell’amicizia

233

Dopo lo stop forzato della pandemia i due Comuni di Piobesi Torinese e Venzone (Udine) hanno riconfermato il gemellaggio: il maestro della Filarmonica Piobesina racconta l’incontro.

piobesi torinese venzone gemellaggio filarmonica piobesina
Uno scatto dell’incontro tra i due Comuni di Piobesi Torinese e Venzone (UD) per l’anniversario del gemellaggio tra le bande musicali dei due paesi (foto della Filarmonica Piobesina)

Dopo uno stop forzato a causa della pandemia, quest’anno si è svolto nuovamente il tradizionale gemellaggio tra il Comune di Piobesi Torinese e quello di Venzone (Udine, Friuli Venezia Giulia), due paesi uniti ormai da oltre quarant’anni.

L’amicizia tra i due Comuni è nata inizialmente grazie alle due bande musicali: la Filarmonica Piobesina e il Complesso Bandistico Venzonese. A seguire, negli anni, hanno poi confermato questo sodalizio anche le due Amministrazioni comunali e alcune Associazioni: l’AVIS, le Pro Loco e i due gruppi della Protezione Civile locale.

Nei giorni scorsi si è tenuto nuovamente lo scambio tra i due Comuni, che prima dell’emergenza sanitaria legata al Covid-19 si verificava ogni due anni. “Questo è stato il quarantacinquesimo anniversario del gemellaggio: di solito avveniva negli anni dispari (l’ultimo era stato nel 2019 infatti), ma l’anno scorso avevamo preferito rimandare ancora per colpa della pandemia -spiega il maestro Diego Bruno, direttore della Filarmonica Piobesina- Torneremo ad osservare questa abitudine per poter poi festeggiare insieme il cinquantesimo anniversario del gemellaggio nell’anno giusto, il 2027“.

Le majorettes di Piobesi festeggiano i loro primi 50 anni

Il gemellaggio tra Piobesi Torinese e Venzone ha origine negli anni Settanta a partire da un fatto tragico: il terremoto del Friuli del 1976. In quell’anno alcuni piobesini si erano recati proprio in questa regione e in particolare a Venzone per aiutare i cittadini colpiti dal sisma.

A partire da quel momento, segnato dalla solidarietà, le due bande si sono gemellate e si sono incontrate sempre ogni due anni, per confermare il sentimento di amicizia reciproca che univa i musici.

Si tratta quindi di un evento molto sentito e molto caro alla Filarmonica Piobesina e al Complesso Bandistico Venzonese, sia per i soci più anziani che erano stati promotori in persona del gemellaggio e si erano recati a Venzone nell’anno del terremoto, sia per i più giovani a cui viene trasmessa questa tradizione.

piobesi torinese filarmonica piobesina venzone banda gemellaggio
L’affresco realizzato sul muro esterno della sede della Filarmonica Piobesina nel 1997, in occasione del ventesimo anniversario del gemellaggio con Venzone (foto di Laura Cosso @ Il Carmagnolese)

L’incontro del gemellaggio si è tenuto in un weekend. “Siamo partiti da Piobesi con la banda e il gruppo delle majorettes grandi, insieme ad una delegazione dell’Amministrazione comunale, dell’AVIS e della Protezione civile -racconta Diego Bruno- Siamo arrivati a Venzone il venerdì nel tardo pomeriggio: il sabato i nostri amici venzonesi ci hanno accompagnati a visitare la scuola di mosaicisti di Spilimbergo. Nel pomeriggio abbiamo poi fatto una sfilata tutti insieme e noi della Filarmonica Piobesina abbiamo eseguito un concerto sotto la loggia della piazza centrale. La sera è stata organizzata una cena tutti insieme, mentre la domenica abbiamo partecipato alla messa in duomo e abbiamo di nuovo sfilato per le vie del paese, questa volta le due bande insieme“.

Piobesi, cercasi materiale per il 150° anniversario della scuola Baima

Lo scambio avviene ogni due anni a parti alterne, quindi una volta i piobesini si recano a Venzone e l’occasione successiva sono i venzonesi ad essere accolti nel Comune piemontese gemello.

Nonostante la distanza per fortuna ci riusciamo a vedere e incontrare in altre occasioni e in altri periodi, anche autonomamente -racconta ancora il maestro Bruno- Si sono create delle amicizie che vanno al di là del gemellaggio, per cui a volte ci sono venzonesi che vengono a trovarci in occasione del concerto di Santa Cecilia, noi andiamo alla sagra della zucca, o ancora ci si incontra in occasione dei matrimoni ad esempio“.

Il gemellaggio tra Piobesi e Venzone è infatti caratterizzato proprio dalla presenza di forti amicizie, che fin dall’inizio sono nate tra i cittadini dei due Comuni e in particolare tra i musici delle due bande: “C’è sempre tanta emozione da parte dei musici e delle majorettes in occasione del gemellaggio, soprattutto perché essendo distanti non ci si può vedere di frequente -aggiunge Diego Bruno- A maggior ragione questo aspetto è stato più sentito quest’anno, dato che per colpa della pandemia il gemellaggio è stato rimandato per più anni“.

piobesi torinese venzone gemellaggio
I sindaci di Piobesi Torinese Fiorenzo Demichelis (a destra) e di Venzone Amedeo Pascolo (a sinistra) siedono sulla panchina donata dalla delegazione dell’Amministrazione piobesina al gemello Comune di Venzone, in occasione dell’incontro avvenuto in questo mese (fonte foto: Filarmonica Piobesina)

Quando avviene questo incontro tra i due Comuni gemelli è tradizione scambiarsi dei doni: in occasione di quest’ultimo gemellaggio l’Amministrazione comunale piobesina ha donato una fioriera che funge anche da panchina, mentre il Comune di Venzone ha regalato alla delegazione piobesina un quadro, che riporta un affresco che si trova sotto la loggia del municipio venzonese.

Non sappiamo ancora quando avverrà il prossimo incontro tra Piobesi e Venzone, perché non è ancora stato deciso l’anno in cui organizzare il gemellaggio, ma siamo pronti ad ospitare i nostri venzonesi a Piobesi“, conclude il maestro Bruno.

Annunciato il gemellaggio tra Santena e Riace