Regione Piemonte: contributi per i gruppi comunali di Protezione Civile

381

Continua il progetto della Regione Piemonte a sostegno delle associazioni e dei gruppi comunali di Protezione Civile.

La regione mette a disposizione 300 mila euro a sostegno di Associazioni e gruppi comunali di Protezione Civile

La Regione Piemonte stanzia 300.000 euro come ulteriore sostegno alle attività delle associazioni e dei gruppi comunali di Protezione civile, che si vanno ad aggiungere ai 2 milioni e mezzo che sono stati impiegati in tale direzione dal 2019.

“Il 2019 ci ha visto invertire una tendenza che vedeva da diversi anni una totale assenza di finanziamenti per i gruppi locali –osserva l’assessore regionale Marco GabusiL’impegno è stato massimo perché abbiamo voluto riconoscere l’importanza di queste organizzazioni nel fornire aiuto, supporto e sicurezza alle persone in momenti di bisogno. La pandemia e le sfide connesse, gli eventi meteo che hanno colpito il Piemonte in questi anni ci hanno spinti a rivedere e potenziare i nostri sforzi”.

Nel progetto saranno destinati 123 mila euro ad 8 associazioni e 170 mila a 11 gruppi comunali.

Il Consiglio regionale del Piemonte approva la nuova legge per l’infanzia

Nella prima categoria rientrano: la Squadra Anti incendi boschivi e protezione civile di Bussoleno, a cui spettano 20.000 euro; la Vigilanza antincendi boschivi di Giaveno, 10.065 euro; la Squadra antincendi boschivi di Mathi Torinese, 5.914 euro; la Croce Rossa Comitato Provincia Granda di Cuneo, 20.000 euro; l’Associazione Protezione Civile di Bossolasco, 15.225 euro; l’Associazione Protezione Civile di Pocapaglia, 11.809 euro; l’Ippocampo sub di Asti, 19.906 euro, e infine Sogit Croce di San Giovanni di Verbania, con un aiuto di 20.000 euro.

Tra i gruppi comunali rientrano invece: Cuorgnè, con un sostegno pari a 20.000 euro; Castagnole Piemonte, 15.988 euro; Osasio, 2.666 euro; Carrù 20.000 euro; Cavallermaggiore, 20.000 euro; Castelnuovo di Ceva, 11.597 euro; Ovada, 20.000 euro; Oviglio, 3.250 euro; Vercelli, 19.995 euro; Bubbio, 20.000 euro; e infine Gravellona Toce, sostenuta con 14.960 euro.

“Si completa così – continua l’assessore regionale Marco Gabusi la graduatoria del primo bando che la Giunta Cirio aveva emanato nel 2019. Il Piemonte si è sempre distinto per la solidarietà e l’impegno della sua comunità e oggi compiamo un ulteriore passo avanti. I fondi saranno utilizzati per l’acquisto di mezzi, divise e la realizzazione di corsi di formazione, garantendo cosi ai nostri uomini e donne della Protezione civile piemontese di essere in grado di svolgere al meglio il loro prezioso lavoro”.

Fondi regionali contro le barriere architettoniche, finanziati 131 Comuni