Gli spazi per la propaganda elettorale a Carmagnola infiammano il Consiglio

665

Duro attacco di PD e M5S in Consiglio comunale a Carmagnola sul tema degli spazi per la propaganda elettorale: “la Coalizione Gaveglio ha prenotato tutto”.

spazi propaganda elettorale carmagnola
Un gazebo di PD e M5S: le due forze politiche hanno accusato il centrodestra di aver prenotato tutti gli spazi migliori per la propaganda elettorale a Carmagnola, in vista delle elezioni (foto: pagina Facebook Movimento 5 Stelle Carmagnola)

Il Partito Democratico e il Movimento 5 Stelle, con un’interpellanza congiunta, hanno sollevato in Consiglio comunale il tema degli spazi per la propaganda elettorale a Carmagnola.

Siamo venuti a conoscenza che tutti gli spazi idonei, nei giorni di mercato del mercoledì e del sabato mattina, sarebbero già stati interamente prenotati da un’unica Coalizione (quella a sostegno del sindaco Gaveglio, ndr) e relativi partiti“, hanno riportato i consiglieri di opposizione.

Per prenotare -escluso l’ultimo mese prima del voto, in cui sono in vigore le norme della Par Condicio- è sufficiente dare comunicazione all’Ufficio Commercio per installare i banchetti politici in piazza IV Martiri, piazza Sant’Agostino e nelle altre aree del centro cittadino.

Confronto tra i candidati alle elezioni comunali di Carmagnola

Non si può demandare tutto agli uffici, ai quali devono essere date opportune indicazioni su come assicurare parità di trattamento tra tutte le forze politiche a fronte di richieste multiple -argomentano PD e M5SNessun avviso è stato inviato per dare un termine entro cui prenotare né, come avveniva in passato, c’è stata alcuna riunione tra tutti gli schieramenti per concordare una soluzione democratica condivisa“.

La replica è venuta dal sindaco, Ivana Gaveglio: “Non mi risulta che nessuno abbia prevaricato né che in passato sia mai stato inviato l’avviso di cui parlano le opposizioni -ha esordito- Gli spazi sono stati assegnati come sempre, sulla base delle richieste protocollate, secondo l’ordine di arrivo. In ogni caso, inoltre, a oggi risultano ancora spazi liberi in piazza Martiri e nuovi spazi in piazza Garavella, quindi non capisco questa polemica“.

Il consigliere democratico Emilio Gamna ha ribadito i contenuti dell’interpellanza, da lui scritta dopo essersi recato all’Ufficio Commercio: “mai nessuno ha fatto una prenotazione così, mesi prima, per accaparrarsi tutti gli spazi; è un atto di arroganza“. E ha rilanciato la proposta di un incontro per concordare un calendario condiviso.

Scontro tra Pd e Carmagnola Bellissima in vista delle elezioni

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il capogruppo pentastellato, Sergio Grosso -“una situazione così non si è mai vista in passato; serve buonsenso per risolvere questa soluzione“, ha dichiarato- sottolineando come le aree rimaste siano marginali rispetto al mercato.

A respingere indirettamente l’idea è stato l’assessore Alessandro Cammarata: “Nei mesi scorsi anche noi non abbiamo potuto usare piazza Sant’Agostino per i nostri gazebo perché era stata sempre prenotata da un altro gruppo politico (il Terzo Polo di Frappampina, ndr), ma queste sono le regole e abbiamo agito di conseguenza, senza parlare di lesa Democrazia”.

Le distanze tra gli schieramenti sono rimaste fino alla fine del dibattito: “Un conto è la formalità, un altro la sostanza. In questo caso abbiamo l’arbitro, ovvero l’Amministrazione in carica, che gioca a fianco di una squadra, autorizzando la propria Coalizione a occupare piazza Sant’Agostino fino a fine luglio: inammissibile“, ha ribadito il capogruppo PD, Paolo Sibona.

Carmagnola: il Movimento 5 Stelle sostiene Angelo Elia “per il cambiamento della città”