Home / Carmagnola / La Misericordia nelle “Giornate di Primavera” del FAI

La Misericordia nelle “Giornate di Primavera” del FAI

Il Fondo per l’Ambiente Italiano ha scelto l’edificio sacro di piazza Garavella tra quelli che faranno parte della manifestazione nazionale di marzo. La Misericordia è stata recentemente oggetto di un importante intervento di restauro della facciata.

Misericordia

La chiesa della Confraternita di San Giovanni Decollato (Misericordia) è stata inserita nella manifestazione nazionale “Giornate di Primavera del FAI” dagli organizzatori dell’evento, il Fondo per l’Ambiente Italiano.

Il 23 e il 24 marzo 2019, pertanto, sono previsto numerosi visitatori nell’edificio di piazza Garavella, recentemente restaurato anche esternamente.

Abbiamo voluto che l’edificio tornasse alla sue antiche coloriture e che un “cantone” della nostra città fosse riportato alla pubblica fruizione con il decoro che il sacro edificio merita -spiegano dal Consiglio Direttivo della Confraternita L’intervento è stato eseguito perché non più rinviabile, continuando l’esempio di chi ci ha preceduto. Tutto questo è stato possibile a motivo della generosità di alcuni confratelli, alla disponibilità dei fornitori dei beni e servizi e grazie alla promessa di contribuire al pagamento parziale di alcune spese da parte della Fondazione Crt (bando “Cantieri diffusi 2018”) e della Fondazione San Paolo (bando “I patrimoni artistici delle Confraternite – I beni immobili”)“.

Fra i lavori programmati per la chiesa della Misericordia, resta ancora da realizzare la manutenzione della fiancata di via Gardezzana, lordata dai piccioni e deturpata da cavi, fili e corpi illuminanti che sono stati allocati, negli anni, ai muri dell’edificio.
Questo intervento è, purtroppo, ancora più oneroso di quello eseguito sulla facciata principale: quindi non possiamo che sperare nella Provvidenza Divina, sulla quale molto contiamo, per poter sanare i debiti che già abbiamo accumulato“, commentano dal Direttivo. 

Concludono dalla Misericordia:Corre l’obbligo di ringraziare l’Onlus “Progetto Cultura e Turismo” di Carignano, in particolare il suo referente Paolo Castagno, che ha fortemente voluto la nostra partecipazione a questa importante iniziativa insieme alle chiese delle confraternite di Carignano, Piobesi, Castagnole, Vinovo e Villastellone. Ci rende poi particolarmente orgogliosi il fatto che il nostro sacro edificio sia stato preso in considerazione, come unica chiesa di grande valore storico-artistico insieme alla Collegiata a essere perfettamente restaurata. La nostra Congregazione è l’unica ancora attiva in Carmagnola e nei dintorni: questo ha sicuramente contribuito all’approvazione del progetto. Ringraziamo infine tutti coloro i quali ci hanno aiutati con le loro donazioni, con il loro lavoro, con la loro disponibilità e anche solo con la loro solidarietà“.

Leggi anche

Distretto sanitario di Carignano asta Asl TO5

Asl TO5: un’asta per finanziare lavori negli ospedali

L’Azienda Sanitaria ha annunciato la vendita all’asta di terreni e fabbricati per recuperare 5 milioni, …