Passeggiata eno-gastronomica al Bosco del Gerbasso

252

Domenica 20 ottobre l’ottava edizione di “Non chiamatela Mangialonga”, passeggiata Eno-gastronomica alla scoperta del bosco del Gerbasso di Carmagnola. Parte del ricavato sarà devoluto a Casa Roberta; iscrizione obbligatoria entro l’11 ottobre.

Bosco del Gerbasso
Veduta aerea del Bosco del Gerbasso e della Banca del Po a Carmagnola

La Pro Loco di Carmagnola e il Circolo Legambiente “Il Platano” organizzano domenica 20 ottobre l’ottava edizione di “Non chiamatela Mangialonga”, passeggiata eno-gastronomica di circa cinque chilometri alla scoperta del Bosco del Gerbasso.

Lungo il percorso sono previsti quattro punti ristoro, dove saranno serviti piatti locali della tradizione carmagnolese strettamente legati al territorio e alla stagionalità.
Il ritrovo è previsto alle ore 11 nel parco delle suore di San Michele, con la consegna della tasca contenente il bicchiere e i buoni per il cibo; partenza intorno alle 12 con l’aperitivo di benvenuto e la consegna del tris di antipasti.

La seconda tappa è all’entrata del bosco, con la distribuzione del primo. Più avanti, in una verde radura, sarà servito il secondo, mentre il tris di dolci si potrà gustare al rientro a San Michele. In ogni postazione saranno disponibili vino e acqua.
Il costo è di 20 euro per gli adulti, 10 euro per ragazzi dagli 11 ai 14 anni e gratis fino ai 10 anni. Per ogni pasto, verrà devoluto un euro per Casa Roberta.

Durante il percorso, inoltre, i volontari di Legambiente, in collaborazione con il museo di Storia naturale, guideranno alla scoperta del bosco e del suo ecosistema.
Ai punti ristoro ci saranno invece musica e personaggi bizzarri e spiritosi. A coloro che verranno a San Michele in bicicletta o a piedi, inoltre, verrà offerto il caffè, come premio allo spirito “ecologista”.

«Questa iniziativa ha lo scopo di far conoscere una zona verde di Carmagnola, assaporando i cibi locali immersi nella natura, in uno spirito di festa e goliardia, senza dimenticare la sfera sociale», commentano gli organizzatori, sottolineando come tutti i materiali utilizzati saranno a basso impatto ambientale.

Indispensabile la prenotazione, entro giovedì 11 ottobre, chiamando i numeri 347-1440366 (Riccardo) o 399-4313138 (Barbara).